Sei in Archivio bozze

Medesano

Svaligiate tre case. I ladri a bordo di una Panda?

20 agosto 2018, 07:00

Svaligiate tre case. I ladri a bordo di una Panda?

MEDESANO «Sì, mi hanno portato via due orologi preziosi, degli orecchini, un anello antico... Ma a farmi male davvero è questo oltraggio all'anima che sto provando»: è profondamente amareggiata la proprietaria della casa in mezzo alla campagna fra Medesano e Noceto visitata dai ladri ieri intorno all'una del pomeriggio.

Anzi, «tra le 12,58 e le 13,04: sono in grado di essere precisa - racconta emozionata - perché questo è il limitatissimo lasso di tempo fra il momento in cui è scattato l'allarme e il momento in cui io sono stata contattata dalla vigilanza». Il colpo è stato portato a termine in località Boscone, in una ex casa di caccia ristrutturata. Non è l'unica abitazione che ieri è entrata nel mirino dei ladri. «Nel raggio di 600 metri sono state assalite altre due case. So che sono spariti almeno un computer e un televisore. E anche lì si contano diversi danni».

Già, i danni: «Hanno strappato i fili dell'allarme, sono rimasta isolata con elettricità e telefono. Ho dovuto chiamare una squadra dell'Enel per ripristinare tutto». E poi ci sono gli infissi e i serramenti martoriati dai soliti ignoti nel tentativo di trovare la strada giusta per introdursi nell'alloggio. «Evidentemente hanno cercato di scardinare le ante in ferro delle finestre perché sono visibili dei segni di effrazione», spiega la derubata. «Poi hanno tentato con la porta principale. Alla fine hanno deciso di tagliare le inferriate di una finestra, addirittura smurandole. Hanno poi fatto un foro nel vetro e, immagino con un uncino, hanno fatto girare la maniglia». Una volta dentro il copione è andato in scena come di consueto: tutto a soqquadro alla ricerca di qualcosa di valore. Una devastazione definita dalla padrona di casa «una Caporetto».

«Quello che più mi colpisce è la sottrazione dei due orologi. Appartenevano ai rispettivi nonni dei miei bambini». Uno di 11 anni e l'altro di 9, i figli della signora sono rimasti ovviamente impressionati dallo spettacolo che si sono trovati di fronte quando con la mamma sono rientrati in fretta e furia da Parma dove in mattinata si erano recati per visitare una mostra. «Si sono subito preoccupati per i loro due cani, due meticci che spaventati dall'allarme hanno trovato un riparo e non si sono più mossi. Ai bambini però per dare la giusta dimensione dell'accaduto ho fatto subito un discorso: “Guardate che alle 40 persone morte a Genova per il crollo del ponte è andata molto peggio. Sono quelle le cose gravi e senza rimedio...».

Poche le testimonianze utili. Una però riguarda la presenza di una misteriosa Panda color nocciola avvistata da diverse persone in zona: «Io l'avevo notata in mattinata, mentre stavamo facendo colazione sotto il portico. Non ci ho badato troppo, diversamente da quanto faccio di solito. L'ho vista passare e poi a un certo punto fermarsi dove la strada finisce, sul greto del Recchio, e quindi tornare indietro. Non saprei dire se a bordo ci fosse solo il guidatore o anche altre persone. Tuttavia qualcuno ha detto di averla vista più volte, ieri, da queste parti».

G.G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal