Sei in Archivio bozze

FIDENZA

Prende la compagna per il collo: arrestato un 25enne

21 agosto 2018, 07:00

Prende la compagna per il collo: arrestato un 25enne

Pochi mesi fa aveva preso a martellate il padre, pochi giorni fa invece, il 25enne residente in città, ha preso per il collo la compagna.

Così i carabinieri, su ordine del Gip, lo hanno arrestato di nuovo e, dopo che aveva patteggiato per maltrattamenti familiari e lesioni, per lui si sono aperte le porte del carcere di via Burla. La giovane è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto soccorso dell'ospedale di Vaio, dove è stata medicata e giudicata guaribile con una prognosi di 10 giorni.

I maltrattamenti verso la convivente andavano avanti già dallo scorso mese di luglio, sino a sfociare pochi giorni fa, in serie lesioni. Il comportamento violento del giovane ormai era diventato insostenibile per la compagna, che dopo alcuni episodi analoghi, nonostante tutto, era tornata con lui. Ma dopo l'ultimo grave gesto, quando il compagno l'aveva presa per il collo, non ce l'ha più fatta. Una pattuglia di carabinieri arrivata sul posto non l' aveva trovato in casa, ma lo ha rintracciato.

Bloccato dai militari è stato quindi arrestato, anche perché il giovane aveva precedenti. Pochi mesi fa infatti suo padre era andato da lui per tentare di farlo ragionare e convincerlo a fare pace con la compagna, ma lui, per tutta risposta, era uscito con un martello e lo aveva colpito alla testa e a una mano, mandandolo al Pronto soccorso. I carabinieri di Fidenza lo avevano così arrestato per maltrattamenti familiari e lesioni.

Il giovane e la sua convivente avevano litigato e così i genitori di lui volevano che i due ragazzi facessero pace e tornassero gli animi rasserenati. Il padre del giovane, poco più che quarantenne, era così andato con la compagna del ragazzo, a casa del figlio per cercare di parlargli. Il genitore ce l'aveva messa davvero tutta per vedere di nuovo i due giovani insieme. Così i due lo avevano chiamato, invitandolo al dialogo, ma lui, non voleva sentire ragioni: era uscito come una furia brandendo un martello, col quale aveva colpito il padre alla testa e a una mano. Ma prima che potesse accadere l'irreparabile, il padre e la fidanzata, avevano richiesto l'intervento dei carabinieri, arrivati sul posto con una pattuglia del Nucleo radiomobile.

Nel frattempo erano stati allertati anche i mezzi di soccorso, arrivati sul posto con gli operatori che avevano prestato le prime cure al padre preso a martellate. Per fortuna, ai primi soccorritori, i traumi non erano apparsi preoccupanti. Dai primi accertamenti effettuati in caserma, era emerso che il 25enne, non era nuovo ad episodi di violenza in ambito familiare. Ma la sua aggressività si era acuita negli ultimi tempi, sino a sfociare nell'aggressione al padre e ora anche alla compagna.

r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal