Sei in Archivio bozze

Ladri in centro

Furto con spaccata in strada al Duomo

24 agosto 2018, 08:00

Furto con spaccata in strada al Duomo

Hanno infranto la vetrina e hanno portato via denaro contante. Lasciandosi, inoltre, dietro una lunga scia di devastazione. Le titolari, infatti, quando ieri sono arrivate all'El Zig Cafè di strada al Duomo 4, quindi in centro che più centro non si può, si sono trovate di fronte a questa scena. Porta distrutta, dentro tutto a soqquadro con sedie, bottiglie e suppellettili dappertutto. Ai ladri, infatti, quella roba proprio non interessava.

I malviventi, non si sa comunque se il colpo con spaccata è stato messo a segno una o più persone, hanno poi trovato quello che cercavano e cioè il denaro che c'era in quel momento in cassa. E, trovato quello, se ne sono andati. Alle titolari non è così rimasto altro da fare che andare a sporgere denuncia ai carabinieri. Non è, inoltre, la prima volta che il locale viene svaligiato. Già altre volte il bar di strada al Duomo ha ricevuto la visita dei ladri. Una visita davvero poco piacevole, dal momento che oltre al denaro razziato, le proprietarie hanno dovuto anche far riparare il vetro. «Da un po' di tempo - sostiene qualcuno - anche questa strada è mal frequentata. Ci sono brutti giri». Magari, questa riflessione non c'entra niente con la spaccata all'El Zig Cafè, ma queste parole sono il «termometro» di una situazione che vede i malviventi colpire ormai un po' dappertutto.

In fatto di vetrine infrante, inoltre, non è la prima volta che in strada al Duomo avvengono fatti del genere. All'inizio di giugno, infatti, proprio dalla parte opposta della strada dove si trova il bar appena visitato dai ladri, era stato tirato un cubetto di porfido contro la vetrina di «Oliva», storico negozio di stampe antiche.

A lanciare il sampietrino contro il vetro del negozio, danneggiandolo, era stato un gruppetto di giovinastri senza altro di meglio da fare che lanciarsi, quasi fosse una palla da rugby, il pericoloso cubetto di porfido. Un episodio che non ha a che fare con il furto, ma piuttosto con il vandalismo gratuito e che, nell'occasione, aveva spaventato alcuni clienti che erano seduti in quel momento proprio ai tavolini all'aperto dell'El Zig Cafè. Addirittura qualcuno si era rifugiato all'interno del locale per paura di essere colpito. La barista era, invece, uscita per redarguire quegli adolescenti con il cervello in vacanza permanente.

r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal