Sei in Archivio bozze

CALCIO

Il Parma vuol durare di più

14 settembre 2018, 08:00

Il Parma vuol durare di più

Paolo Grossi

Grassi, Dezi, Munari e Scozzarella, tutti indisponibili per domani al Meazza contro l'Inter, rappresentano un intero reparto. Ecco quindi che contro i nerazzurri il trio centrale è non solo obbligato (Rigoni, Stulac, Barillà) ma anche senza alternative. Peccato, perché il ruolo dei due interni nel gioco di D'Aversa è uno dei più usuranti. Il fatto di non avere ricambi potrebbe indurre le due mezzeali a distribuire con mestiere le energie, togliendo però qualcosa all'erogazione massima di potenza. Partiamo da questo dettaglio perché rappresenta bene le difficoltà in cui si dibatte il Parma in questo periodo.

La sosta di due settimane ha portato lontano Dimarco e Sierralta, fin qui rincalzi, ma anche il play maker Stulac, titolare fisso.

PIU' BATTERIA

La missione di D'Aversa era quella di prolungare la carica della batteria, in modo che la squadra non si sgonfi più come un soufflé mal riuscito dopo poco più di un'ora. Dall'infermeria ha ritrovato i soli Gazzola e Bastoni, che regalano qualche alternativa in difesa. Il ragazzino ovviamente (guarda caso è di proprietà dell'Inter) sarebbe un azzardo in un match del genere ma è certamente un prospetto assai promettente e non ci stupiremmo se nell'arco della stagione trovasse un certo spazio.

IL JOLLY GOBBI

Ma torniamo ai problemi «energetici», ovviamente collegati alla situazione degli indisponibili. S'è detto che a centrocampo mancano le alternative. In realtà a gara in corso una ci sarebbe: riciclare Gobbi come interno, suo antico ruolo. In quel caso a sinistra dovrebbero giocare Dimarco (ha gamba e cross degni della categoria, gli manca un po' di mestiere difensivo) o Gagliolo. In realtà quindi è in attacco che speriamo di vedere i maggiori progressi sul piano fisico. Avere Inglese e soprattutto Gervinho in condizioni più brillanti sarebbe un bel biglietto da visita per poter proporre patemi più durevoli agli avversari. E' vero che in panchina scalpitano Ceravolo, Da Cruz e il rientrante Sprocati, ma è anche vero che purtroppo il loro contribuito quando chiamati in causa è stato impalpabile. In queste prime giornate alcuni dei «vecchi» crociati hanno dimostrato di essersi ambientati da subito alla grande in serie A, in primis Gagliolo e Barillà. Di Gaudio ci ha messo adeguata qualità ma ancora insufficiente tenuta, Iacoponi ha alternati fasi buone ad altre meno efficaci mentre i rincalzi sin qui hanno legittimato le scelte del tecnico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal