Sei in Archivio bozze

SCUOLA

Suona la prima campanella alle ex Luigine. 300 in classe

14 settembre 2018, 08:00

Suona la prima campanella alle ex Luigine. 300 in classe

LUCA MOLINARI

Prima campanella per gli alunni delle ex Luigine. Ieri mattina è iniziato ufficialmente il nuovo anno scolastico per i circa trecento ragazzi e ragazze iscritti. L'istituto di via Brigate Julia salvato da Proges – che a febbraio ha sottoscritto il contratto per la prosecuzione dell'attività scolastica subentrando alle suore Domenicane della beata Imelda (congregazione con cui si sono fuse le Luigine nel 2002) – ha cambiato nome, ma non i suoi valori fondanti.

Le scuole dell'infanzia e primaria Santa Rosa e la secondaria di primo grado Porta, sono diventate l'istituto comprensivo Mario Lodi (maestro di scuola elementare conosciuto per la sua innovazione nella didattica e autore del famoso libro «Cipì»), mentre il liceo delle scienze umane Porta è stato dedicato all'imprenditore Adriano Olivetti. Grande l'emozione di genitori, alunni e insegnanti, ma anche del preside Giovanni Ronchini che ha rivolto un breve saluto ai presenti durante il momento di preghiera presieduto dall'insegnante di religione dell'istituto don Andrea Volta.

«Si parte con un progetto ricco di novità, ma nella continuità dei valori che da sempre contraddistinguono questo istituto – ha esordito –. Siamo molto emozionati ed entusiasti di metterci in gioco. La comunità educante è la stessa del passato, ma il progetto educativo è nuovo ed è incentrato sul concetto di cambiamento».

«Iniziamo questo nuovo anno scolastico – ha aggiunto – per riprendere in mano con decisione e responsabilità il nostro cammino di crescita umana e intellettuale». Grande anche la soddisfazione di poter ripartire forti della fiducia di tante famiglie.

«Essere riusciti a non interrompere i vari cicli di istruzione rappresenta un risultato straordinario – ha ribadito in più occasioni Ronchini –. Significa che è stato riconosciuto da tutti il valore fondante di questo istituto, che Proges Educa ha saputo raccogliere in piena continuità con il passato».

«L'obiettivo di fondo - ha proseguito il preside - rimane quello di concentrarsi sulla formazione integrale delle persone, che non significa soltanto trasmettere conoscenze, ma prendersi cura dei ragazzi a tutto tondo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal