Sei in Archivio bozze

BORGOTARO

Furto nella chiesa di San Domenico

15 settembre 2018, 07:00

Furto nella chiesa di San Domenico

FRANCO BRUGNOLI

Un atto, a dir poco, inqualificabile, che ha turbato gli animi dei borgotaresi, è accaduto proprio in questi giorni di grandi festività popolari, all'interno della chiesa di San Domenico, la cui costruzione (insieme all'annesso ex convento), risale alla fine del XV secolo.

Ieri tutti ne parlavano nei bar e ritrovi. La conferma l'abbiamo avuta dalla prima persona che se n'è accorta: un giovane molto devoto alla «Vergine delle Grazie», raffigurata in un affresco, posto in un altare laterale, sulla sinistra, con in braccio il Bambino, inserito in una teca di legno e vetro, opera del pittore modenese Giovanni Antonio Vezzani. Sul capo della Vergine e del Bambino, erano state successivamente applicate due corone metalliche, molto visibili, ricoperte d'oro. Il fedele durante la sua consueta preghiera si è accorto immediatamente che mancavano queste due corone e ha dato sùbito l'allarme. E' stato avvisato il parroco monsignor Angelo Busi, che in quel momento, era impegnato in una celebrazione in un altro luogo. Il ladro, per asportare le due corone, secondo una prima ricostruzione, con ogni probabilità, è dovuto salire sull'altare, forzare la teca e togliere i due oggetti sacri. L'unica traccia emersa, è che un uomo, non bene identificato (forse straniero), era stato visto entrare in chiesa, guardare il quadro ed uscire subito. Ora sono in corso le indagini per risalire all'autore del gesto sacrilego.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal