Sei in Archivio bozze

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

18 settembre 2018, 07:00

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

MARIA TERESA ANGELLA

C'era una volta una piazza che pedonale non era, senza segnaletica né orizzontale né verticale, dove regnava l'anarchia e tutti parcheggiavano - più o meno - dove capitava, creando difficoltà di passaggio e situazioni pericolose specialmente in entrata e in uscita.

Stiamo parlando di piazza Indipendenza, a Corcagnano, nel quartiere Vigatto, oggetto in questi giorni di grande preoccupazione. Dal 20 giugno sono iniziati i lavori di riqualificazione della piazza (richiesti dai cittadini durante gli incontri organizzati dall'amministrazione comunale) che porteranno anche modifiche alla viabilità, garantendo una maggior sicurezza per i pedoni.

È infatti in progetto una piazza pedonale attrezzata e in più verranno realizzati 45 posti auto. Fin qui tutto sembra andare alla perfezione, ma ecco presentarsi il grosso problema: la piazza è utilizzata da genitori e docenti dell'istituto comprensivo statale «Giuseppe Verdi» che qui trovano - quasi sempre - posto per parcheggiare e accompagnare i figli o recarsi al lavoro.

Posto che il termine dei lavori di riqualificazione è fissato a fine anno, scadenza che va molto oltre la data di inizio dell'anno scolastico, a partire dall'inizio delle attività scolastiche si creerà un grosso problema per genitori e studenti perché mancheranno all'appello tantissimi posti auto necessari.

Infatti, il parcheggio dell'istituto comprensivo è riservato agli insegnanti e i posti auto della vicina farmacia sono sempre affollatissimi e non hanno capienza sufficiente per sopperire ai mancati stalli di piazza Indipendenza.

L'unica alternativa per i genitori che accompagnano bambini e ragazzi a scuola - almeno fino al termine dei lavori - sarà quindi quella di sostare a lato di strada Langhirano, una posizione davvero scomoda e pericolosa per il flusso quotidiano consistente di auto e camion.

Ad oggi non sono stati creati stalli temporanei e nemmeno un piano alternativo per i parcheggi.

«La piazza doveva essere pronta perlomeno entro fine settembre - si sfoga sconsolato un residente -. Inoltre, i lavori vanno a rilento, si vede lavorare qualcuno soltanto di rado. Di questo passo non sarà pronta neanche a fine anno».

Una soluzione, secondo i residenti, ci sarebbe potuta essere: realizzare un parcheggio davanti al complesso condominiale accanto alla scuola, dov'è posizionata anche la farmacia.

Infatti, diversi anni fa, come spiega un residente, in sede di consiglio era stato proposto di creare un parcheggio limitrofo alla scuola e gli inquilini avevano così concesso il terreno al Comune. Però questo progetto non è mai stato realizzato. Resterà quindi per molto tempo il grande problema del parcheggio e della sosta per molti genitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal