Sei in Archivio bozze

calcio

Riecco Ciciretti

20 settembre 2018, 07:00

Riecco Ciciretti

VITTORIO ROTOLO

L’unica rete (finora) realizzata da Amato Ciciretti in maglia crociata, è di quelle da ricordare: a La Spezia, nella memorabile notte della promozione in serie A. Ciò che l’attaccante vuol lasciarsi definitivamente alle spalle sono invece gli infortuni, che sin dal suo arrivo a Parma – nel gennaio scorso - non gli hanno dato tregua. «Non vorrei parlare troppo, per una questione scaramantica, ma ora finalmente mi sento bene» dice l’ex Benevento.

«L’ultimo problema fisico è stato abbastanza fastidioso: sto continuando a lavorare sodo, con esercizi mirati, e la situazione migliora giorno dopo giorno. Non vedo l’ora di rientrare...».

Magari già contro il Cagliari. Possibilità di vederla in campo?

«Questo ovviamente lo deciderà mister D’Aversa. Io posso dire di essere a disposizione e di avere grandissime motivazioni: voglio dimostrare tutto il mio valore. Lo devo a me stesso. Ma prima di tutto alla società ed ai tifosi, che in questo periodo mi sono stati sempre vicino».

La piazza ha sempre creduto nelle sue qualità: ritiene che questa «pressione» possa in qualche modo rivelarsi controproducente, per lei?

«Assolutamente no. Le pressioni fanno parte del gioco e quando militi in serie A, indossando una maglia gloriosa come quella del Parma, devi metterle in conto. Personalmente anzi, quando ci sono le pressioni, mi esalto».

E nemmeno la collocazione tattica è un problema?

«Nemmeno quella, glielo assicuro. Sono stato sempre impiegato dietro le punte, ed è una posizione che prediligo, anche se poi negli anni qualche allenatore mi ha spostato sulla fascia. Ma ripeto: in questo momento, per me, l’importante è giocare con continuità».

A livello personale, cosa chiede a questa stagione?

«Per prima cosa, di non dover più fare i conti con gli infortuni. Negli ultimi tempi, infatti, ne ho avuti fin troppi e questo ha inciso non poco sul mio rendimento. La migliore condizione è ancora lontana, ma arriverà presto. E se starò bene, vedrete il vero Ciciretti».

È tornato in panchina nel giorno in cui il Parma ha sbancato San Siro. Cosa ha provato?

«Senz’altro una grandissima gioia. Le vittorie, si sa, fanno sempre bene, sia per la classifica che per il morale. Vincere in casa di una squadra come l’Inter, può darti una marcia in più».

È quello che ci vuole, tanto più in vista dei tre impegni ravvicinati contro Cagliari, Napoli ed Empoli.

«Noi dobbiamo ragionare di partita in partita. Giocare al San Paolo sarà stimolante, ma non dimentichiamo che prima c’è il Cagliari. Affronteremo una squadra solida, con una precisa identità di gioco ed ottime individualità».

Una di queste si chiama Joao Pedro che, non a caso, nell’ultimo turno ha anche segnato contro il Milan.

«È vero, Joao Pedro è un giocatore temibile. Ma non possiamo commettere l’errore di focalizzare tutte le attenzioni sul singolo. Visto che una delle armi migliori del Cagliari è il pressing, dobbiamo essere bravi a non farci ingabbiare e poi anche a sfruttare la qualità dei nostri esterni».

A proposito di Cagliari: al Tardini ritroverà Cragno, suo compagno di squadra ai tempi del Benevento.

«Esatto. Con Alessio abbiamo condiviso una stagione esaltante, culminata con la promozione. È un ottimo portiere. Sarò felice di riabbracciarlo, ma in campo non possiamo fare sconti a nessuno: in palio ci sono tre punti preziosi».

Dopo l’impresa firmata la settimana scorsa a Milano, dove può arrivare questo Parma?

«L’obiettivo dichiarato resta la salvezza, che speriamo di raggiungere prima possibile. Le carte in regola per farlo, le abbiamo tutte».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal