Sei in Archivio bozze

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

21 settembre 2018, 07:00

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

GIANCARLO ZANACCA

COLLECCHIO Scoppia la polemica a Collecchio per la poca disponibilità di bagni chimici a disposizione dei citatdini e dei visitatori lo scorso fine settimana in occasione dell’apertura della sagra della Croce. Molti cittadini hanno fatto presente che alcuni spazi pubblici sono stati utilizzati come vespasiani all’aperto.

A segnalare l’accaduto sono alcuni residenti di piazza Partigiani e quelli che vivono vicino alla piazza dove si trova la sede della Banca Popolare dell’Emilia Romagna e il parcheggio sotterrano di piazza Europa.

«E’ increscioso parlarne – spiega una donna che vive in piazza Partigiani – purtroppo molti passanti, incivili hanno usato il monumento ai Patigiani come latrina con le conseguenze sull'igiene e sul decoro urbano che potete ben immaginare».

Sulla vicenda dei bagni chimici interviene anche la consigliera di minoranza di Liberi e Uniti per Collecchio. Patrizia Caselli fa notare che «piazzare qualche bagno chimico in centro sarebbe stato utile per garantire un maggiore decoro urbano e maggiore igiene».

Anche nel piazzale all’angolo tra via Spezia e via Moro la situazione non era migliore.

«Purtroppo i bagni pubblici – spiega un pensionato che vive in zona - sono piazzati in fondo a via Moro e nella zona della Meridiana tra i viali Saragat e Pertini, cioè in due poisizioni troppo distanti dal centro dove non vi sono bagni pubblici se non quelli dei locali, come bar e ristoranti».

La questione è stata sollevata anche dagli abitanti dei palazzi di piazza Europa, corso Eguaglianza e piazzetta Fraternità che utilizzano il parcheggio sotterraneo di piazza Europa.

«L’assenza di bagni chimici – spiega un residente – si è avvertita chiaramente anche nel parcheggio sotterraneo dove persone maleducate e irrispettose hanno utilizzato gli spazi più nascosti per fare i loro bisogni».

Il vicesindaco, Gian Carlo Dodi ha fatto presene che in vista del prossimo fine settimana dedicato alla sagra della Crice il Comune terrà conto delle richieste dei residenti prevedendo l'installazione di alcuni bagni pubblici nelle zone della sagra più frequentate.