Sei in Archivio bozze

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

22 settembre 2018, 07:01

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

MARA VAROLI

La seconda decade di settembre, quella dall'11 al 20, sarà ricordata come la più calda di questo mese nella storia di Parma.

Così alte temperature, infatti, nell'avvio autunnale non erano mai state raggiunte in ben 140 anni. E ieri è stato il 21 settembre più caldo di sempre con una massima di 31,7 e una minima di 18,4: il precedente record lo deteneva il 21 settembre del 1947 con una media di 24,5.

Un autunno da record e dai colori ancora estivi, che può piacere ma che allarma per i dati registrati: già lo zero termico a 4.600 metri non si era mai visto in questa stagione. Addirittura più alto delle Alpi. Una situazione dovuta all'anticiclone africano che si è di nuovo impossessato del Mediterraneo. E anche se c'è chi è contento di questo caldo non previsto, gli addetti ai lavori sono preoccupati dell'anomalia. E non è finita. Secondo alcuni esperti, le alte temperature continueranno e potremmo avere uno degli autunni più miti di sempre. D'altronde, non poteva essere diversamente: giugno, luglio e agosto pur non avendo i picchi dell'anno scorso sono stati costantemente roventi, tant'è che l'estate 2018 sarà ricordata per essere la quinta più calda di sempre.

«In questo settembre abbiamo raggiunto diversi record - spiega Paolo Fantini dell'Osservatorio dell'Università - La seconda decade con una media generale di 25,1 è stata senza dubbio la più calda in 140 anni di storia del nostro territorio: 4,6 gradi sopra la norma. Il precedente record era del 1947 con una media di 24,7 e, diversamente dal 2018, con tanta afa. Record anche di minima con 20,3 e quindi di 4,7 gradi sopra la norma: il record fino a ieri era del 1932 con 20,1. In pratica abbiamo gli stessi valori della fine di luglio».

Fino a questo momento il giorno più caldo di settembre è stato il 12 con 32,8 di massima e 21 di minima. Giovedì, invece, abbiamo avuto una massima di 30,3 e una minima di 19,4: «Anche oggi rimarremo sui 30 gradi - continua Fantini - e così sarà fino a lunedì, poi da martedì è previsto l'arrivo di aria fredda dal Nord e quindi le temperature caleranno, ma secondo i modelli americani il caldo potrebbe ritornare». E la pioggia? «Nonostante l'aria fredda non sono previsti temporali nella nostra zona - risponde l'esperto -. L'unica pioggia un po' consistente che abbiamo avuto è quella tra l'1 e il 2 settembre, quando erano caduti 7,4 millimetri, mentre il 17 ne erano caduti solamente 0,4. Se si sommano questi dati, abbiamo che in questo mese per ora sono caduti 7,8 e quindi meno l'84% rispetto al normale. Insomma, l'anticiclone africano ha decisamente modificato questo settembre in tutta l'Europa centrale: basta dire che in Germania si sono toccati i 33 gradi. Anche l'estate è stata piuttosto calda con ben 1,6 gradi sopra la norma: le persone forse l'hanno percepita come una stagione fresca rispetto agli ultimi anni, ma è stata la quinta più calda di sempre, con meno 18% di pioggia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal