Sei in Archivio bozze

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

25 settembre 2018, 08:00

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

Si fanno più concrete le possibilità che il patrimonio di alloggi della proprietà indivisa della cooperativa Di Vittorio venga acquistato da un altro soggetto cooperativo. Operazione che passerà attraverso una procedura di vendita competitiva che si aprirà prossimamente. E' la principale novità emersa dall'assemblea dei soci prestatori e assegnatari della Di Vittorio, organizzata da Federconsumatori.

Assemblea alla quale hanno preso parte, di concerto con il giudice delegato, anche i curatori fallimentari Luciano Ragone e Paolo Capretti, «con lo spirito di poter informare direttamente quella parte, assegnatari e prestatori della cooperativa, che più ha sofferto gli effetti del fallimento, dello stato della procedura e delle prospettive circa la sorte della proprietà indivisa e del rimborso del prestito sociale oltre che per illustrare le azioni sinora svolte a tutela dei creditori e i molteplici risultati conseguiti nella gestione dell'esercizio provvisorio della proprietà indivisa, nel arco di tempo trascorso dalla dichiarazione del fallimento intervenuto poco più di tre anni fa».

Parlando del futuro degli alloggi della proprietà indivisa i due evidenziano che «tanti sono i motivi che hanno dilatato i tempi di allocazione della proprietà indivisa che ha comportato finanche la necessità di modificare il quadro normativo, risultato che si è ottenuto per effetto degli interventi legislativi regionali richiesti e sostenuti dalla curatela. Ad oggi, oltre alla disponibilità nuovamente manifestata dalla cooperativa Abicoop di Piacenza, è pervenuta anche una formale manifestazione di interesse da parte di altro soggetto cooperativo, sulla quale si sta già lavorando per riuscire a pervenire in tempi rapidi alla concretizzazione di un'offerta irrevocabile cauzionata sulla base della quale il Tribunale di Parma potrà disporre l'apertura di una procedura di vendita competitiva che garantirà la massimizzazione dei proventi di tale vendita a beneficio di tutti i creditori del fallimento».

I curatori sono attualmente al lavoro sui prossimi passaggi dell'iter: «Stiamo già procedendo a un serrato confronto con il soggetto che ha formalizzato l'interesse all'acquisto in blocco della proprietà indivisa, così da consentire di stilare condizioni che possano essere uniformi e valevoli per tutti i soggetti che saranno interessati a partecipare alla procedura competitiva, che si aprirà entro il prossimo autunno anche con l'organizzazione di una data room alla quale tali soggetti potranno accedere. Attendiamo, inoltre, la formalizzazione del corrispondente interesse anche da parte della cooperativa Abicoop. Anche tale ulteriore elemento consentirà ai creditori di massimizzare il realizzo dalla cessione e quindi di aumentare le percentuali di possibili riparti, e di converso di escludere manovre speculative».

All'assemblea promossa da Federconsumatori hanno partecipato anche il presidente di Federconsumatori Ghidini, i sindaci di Fidenza e Salso, Massari e Fritelli, e il vicepresidente di Legacoop Emilia occidentale Molinelli.

Al centro dell'assemblea proprio il futuro della proprietà indivisa. La vendita sarebbe un passaggio importante per dare risposte ai creditori. Attualmente la vendita a un altro soggetto cooperativo è l'unica percorribile. Tutti i presenti hanno concordato sulla necessità di arrivare presto ad una soluzione, garantendo la massima collaborazione ai curatori.

r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal