Sei in Archivio bozze

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

26 settembre 2018, 08:00

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

ENRICO GOTTI

LANGHIRANO «Mi ha disdetto un pullman che voleva venire a Torrechiara sabato. Motivo: il castello al pomeriggio è chiuso e loro non riescono ad arrivare in tempo - si lamenta un ristoratore del paese -. Non è la prima volta che succede. Parlando di pullman questo è il terzo da inizio anno». Uno dei castelli meglio conservati e più ammirati d’Europa costretto a chiudere le porte al pomeriggio, da lunedì a sabato.

E dal primo di ottobre l’unica apertura pomeridiana, quella di domenica, si accorcerà: il monumento pubblico, di proprietà statale e gestito dal polo museale dell’Emilia-Romagna, sarà visitabile non più fino alle 19, ma fino alle 16. Nel gennaio di quest’anno, con un lavoro di squadra che coinvolse il Comune di Langhirano, i volontari Auser, e il polo museale, fu scongiurata la chiusura alla domenica del castello di Torrechiara. Ma la richiesta di ampliare l’orario di apertura resta costante da più parti, da parte di chi lavora e abita nella zona, e più in generale da chi conosce questo gioiello quattrocentesco. «L’ultimo pullman che ha disdetto veniva da Brescia, ma molti altri rinunciano. O arrivano ma vanno via delusi o peggio - dichiara Gianquinto Vicari, gestore del ristorante Il mulino di Torrechiara -. Insomma, il sabato pomeriggio e anche il venerdì sono importanti quanto la domenica perché è da lì che partono i weekend turistici con gli arrivi del fine settimana. A volte arrivano piccoli gruppi o famiglie, l’amarezza di essere venuti quasi per niente è tanta e non sai cosa dire».

«Ogni giorno durante l’estate abbiamo dovuto “consolare” turisti ignari - aggiunge Agata Cleri, titolare di Assapora Appennino, agenzia che organizza eventi, visite guidate, viaggi, escursioni - soprattutto turisti stranieri extraeuropei, magari qui una volta nella vita e arrivati a Torrechiara proprio per il castello. È un gravissimo danno d’immagine per il territorio».

«Penalizza non solo Torrechiara ma tutto il comprensorio turistico della Val Parma. Il castello è l’attrazione principale del territorio. La chiusura al pomeriggio è un controsenso» gli fa eco Walter Leonardi, titolare del E-bike tour.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal