Sei in Archivio bozze

BAMBINE TERRIBILI

Due undicenni sorprese a rubare in via Cavour

01 ottobre 2018, 07:03

Due undicenni sorprese a rubare in via Cavour

LAURA FRUGONI

Impressiona l'età delle due ladre bambine: undici anni.

E lo stupore aumenta mettendo insieme altri particolari di questa storia: una micro-storia, d'accordo, ma che non può non impensierire noi adulti e non solo quelli dalla predica facile.

Illuminante l'oggetto del desiderio delle due baby-ladre: accessori per il cellulari, sintetizza il linguaggio asciutto dei mattinali. Magari la cover ultimo grido che ha già la tua compagna di banco e tu muori d'invidia, la vuoi a tutti i costi. Il contagio da cellular-mania comincia presto anzi prestissimo, un figlio comincia a tampinare mamma e papà («mi compri il telefonino?») quando va ancora alle elementari.

Altro dettaglio: non era la prima volta che le due ragazzette - una nata a Parma e l'altra in un'altra città del nord, comunque italianissime - ci provavano, in quel negozio in via Cavour a fare scivolare qualche articolo nelle tasche o negli zainetti colorati. Era già successo un paio di giorni prima. Quando hanno cercato di fare il bis il titolare ha pensato che non si poteva far finta di niente e ha chiamato la polizia.

Era sabato pomeriggio: il momento in cui via Cavour si riempie di una masnada di giovanissimi, molti arrivano in corriera dai paesi della provincia e già prima dell'estate questa vasta transumanza di under-diciotto aveva impensierito non poco, per via delle turbolenze dei ragazzi più terribili, s'era parlato tanto anche di baby-gang (ricordate il tiro a segno alla vetrina di Pepén con un cestino dei rifiuti?) con immancabile contorno di polemiche.

Acqua passata? Si spera. L'impressione è comunque che il sabato dei giovanissimi sarà da monitorare ancora.

Tornando alle piccole ladre:

l'altro giorno, a bloccarle con il loro tesoretto appena rubato (valore: poche decine di euro) è stato l'addetto all'accoglienza, dopo che il titolare aveva adocchiato la manovra. «Ancora voi due...». Già, le aveva riconosciute. La prima incursione risaliva a due giorni prima.

Ha deciso che una sgridata non bastava e ha chiamato il 113. In via Cavour è arrivata una volante, e a quel punto si può immaginare che all'incoscienza baldanzosa fosse subentrata una gran strizza.

I poliziotti hanno rintracciato le famiglie, le bambine sono state affidate ai genitori e segnalate alla procura dei minori. Per l'ordinamento italiano sotto i 14 anni non sei imputabile. L'unico effetto sperabile è quello delle ramanzine.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal