Sei in Archivio bozze

SALSO

Ecco il bando per la vendita delle Terme

02 ottobre 2018, 07:00

Ecco il bando per la vendita delle Terme

Egidio Bandini

«Sono fiducioso che entro i primi mesi del 2019 le manifestazioni d'interesse per il Berzieri e gli altri asset di Terme Spa in concordato, si trasformino in proposte irrevocabili d'acquisto». Così ha dichiarato il liquidatore giudiziale dottor Franco Frijio, all'indomani della pubblicazione del bando per la vendita degli stabilimenti termali di Salsomaggiore e Tabiano, della clinica Villa Igea e del settore prodotti termali. Il dottor Frijio e la dottoressa Donatella Bertozzi, incaricati della liquidazione del concordato dal Tribunale di Parma, grazie alla loro esperienza in materia fallimentare, avendo già portato a termine procedure di grandi dimensioni a livello nazionale, stanno lavorando su più fronti: da una parte in vista dell'asta che si terrà il prossimo 31 ottobre, dall'altra proseguendo negli incontri per la collocazione dei restanti asset dell'azienda termale in concordato. «Un importante gruppo italiano, operante proprio nel settore termale – ha detto il dottor Frijio – ha presentato una manifestazione di interesse per l'acquisto del Berzieri e, grazie alla nostra continua attività di contatti e incontri, vi sono altri operatori del settore interessati ai restanti asset rientranti nel perimetro del concordato. La nostra principale preoccupazione – ha proseguito il liquidatore – è stata e rimane quella di salvaguardare i posti di lavoro, per questo il bando appena uscito prevede, tra l'altro, che l'aggiudicatario acquirente subentri senza soluzione di continuità nei rapporti di lavoro subordinato in essere alla data di stipula dell'atto di riferimento. Con questa strategia, intendiamo dare un'opportunità a Salso e Tabiano, con un rilancio anche di carattere sociale». La base d'asta per gli stabilimenti termali, la clinica e il settore prodotti è di 11 milioni di Euro, cifra per la quale l'attuale affittuario, Tst Srl ha già presentato proposta irrevocabile d'acquisto, ma i liquidatori precisano che qualunque soggetto, italiano o estero, può partecipare all'asta, rispettando le condizioni del bando, ossia impegnandosi a continuare l'attività del ramo d'azienda, non delocalizzando e preservando la forza lavoro almeno per un biennio. Per rendere ancor più trasparente la procedura, i liquidatori hanno istituito una “virtual data room” che contiene informazioni sui beni oggetto della vendita, consultabile dagli interessati mediante semplice autorizzazione dei liquidatori stessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal