Sei in Archivio bozze

Alla scuola media di Felino

Rubati computer per 35mila euro

02 ottobre 2018, 07:02

Rubati computer per 35mila euro

Pierangelo Pettenati

FELINO - Tutti i furti sono odiosi. Lasciano quel senso di violazione personale, di insicurezza, di impotenza che sembra non volersene più andare. Alcuni sono ancora più odiosi perché vanno a colpire proprio chi dovrebbe essere maggiormente protetto come i giovani e i disabili. Il furto avvenuto presumibilmente nella notte tra sabato e domenica alla scuola media di Felino è proprio di quest’ultima natura. Disumano, oltreché freddo, lucido e calcolato. Come si è soliti vedere nei film d’azione.Pochissimi i danni materiali alla struttura, importanti quelli economici: 49 computer di cui 12 “all in one” speciali per studenti disabili ancora imballati e destinati a varie scuole della provincia, 25 del laboratorio multimediale (acquistati l’anno scorso grazie ai fondi europei per lo sviluppo) e i 12, uno per classe, per il registro elettronico per un valore stimato di circa 35.000 Euro. Una volta entrati, senza forzare alcuna porta, hanno preso il carrello dall’archivio, l’hanno caricato con gli scatoloni e li hanno portati in palestra dove li hanno disimballati per portarli via senza scatola; sono entrati nei laboratori, hanno preso tutte le macchine e i cavi di collegamento lasciandoli completamente vuoti; sono entrati in tutte le aule e hanno frugato in tutti i cassetti e tutti gli armadi. Poi se ne sono andati con un carico di parecchie migliaia di euro, lasciando solo una stampante 3d e alcuni computer per ipovedenti. Un furto da professionisti: quando ieri mattina la dirigente dell’Istituto Comprensivo di Felino Gloria Cattani e la vicaria Roberta Michelotti sono, come al solito, arrivate per prime alle 6.45 tutti i cancelli e le porte d’ingresso erano regolarmente chiuse a chiave. C’era solo la luce di un bagno accesa, ma il primo pensiero è andato a una dimenticanza. Era aperta solo la porta dell’ufficio della dirigente, proprio dove erano i 12 notebook nuovi arrivati grazie a un’iniziativa di carattere nazionale. È evidente la sofferenza con la quale la dirigente commenta l’accaduto: «L’istituto di Felino è sede del centro territoriale di supporto per tutta la provincia di Parma. I computer per disabili sono touch screen di ultima generazione, adatti agli studenti con problemi di mobilità. Sono arrivati in agosto, avevamo già predisposto le procedure del caso e stavamo per assegnarli alle varie scuole». Già due anni fa qualcuno si era introdotto nella scuola, ma non c’era tutta questa tecnologia e gli unici danni erano derivati dalla forzatura delle blindature. Per come si è svolto tutto il furto è facile capire che chiunque sia entrato sapeva esattamente cosa prendere, dove trovarlo e come muoversi all’interno della scuola. Soprattutto, sapeva quando colpire: i computer nuovi erano arrivati da poco e nel giro di qualche giorno sarebbero stati tutti destinate ad altre scuole. La denuncia di furto è stata presentata ai carabinieri del comando di Sala Baganza, ai quali sono stati consegnati tutti i numeri di matricola dei macchinari rubati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal