Sei in Archivio bozze

TRUFFA

Convinse due anziani a dargli 4mila euro: 39enne condannato

03 ottobre 2018, 07:02

Convinse due anziani a dargli 4mila euro: 39enne condannato

Il loro errore è stato quello di essere troppo buoni e anche troppo ingenui. Di essersi fatti impietosire dal racconto di una persona che praticamente non conoscevano, fino al punto di accettare di prestargli una bella somma, 4mila euro, che ovviamente non hanno poi più rivisto. Insomma, una truffa bella e buona, ai danni di una coppia di coniugi poco più che settantenni residenti in un comune della provincia di Parma. Per questa vicenda è stato condannato ieri a nove mesi di reclusione e 150 euro di multa un 39enne di Casalmaggiore (il pm Laila Papotti aveva chiesto per lui dieci mesi e 200 euro di multa).

Tutto ha inizio nel dicembre del 2015, quando la coppia di anziani va a trascorrere il Natale a casa di un nipote a Casalmaggiore. Qui fanno la conoscenza del compagno della figlia del nipote, un 39enne che qualche settimana dopo si fa vivo con loro e li commuove raccontando di essere in difficoltà economica e di avere bisogno subito di 4mila euro per evitare gravi problemi, spiegando però che nel giro di pochi giorni sarebbe stato in grado di restituire tutto grazie a una polizza assicurativa che avrebbe dovuto incassare. E così marito e moglie si lasciano convincere e consegnano i soldi: 2mila euro tramite assegno circolare e altri 2mila in contanti.

Ovviamente, quando arriva il giorno concordato per la restituzione, dei soldi non c'è neanche l'ombra. Il casalese, contattato, accampa scuse e assicura che restituirà tutto, ma il tempo passa e il denaro non si vede. Lui poi a un certo punto smette anche di rispondere al telefono e quando un giorno incontra i suoi creditori, fugge a gambe levate pur di non ricevere l'ennesima richiesta di restituzione.

Così alla fine i coniugi raccontano tutto al loro nipote – padre della compagna di colui che non vuole restituire il denaro – il quale li lascia senza parole quando spiega loro di essere stato a suo volta turlupinato da quell'uomo.

A quel punto si rivolgono ai genitori del truffatore, ma anche lì arriva una sorpresa: i due spiegano di essersi ridotti sul lastrico per risarcire le vittime delle truffe del figlio e invitano la coppia a denunciarlo. Ed è proprio quello che avviene, fino all'esito di ieri mattina in tribunale, con la condanna per truffa. Un esito che però uno dei due non ha potuto vedere: è infatti deceduto qualche mese fa. f.ban.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal