Sei in Archivio bozze

CALCIO COLORNO

Delporto, una tripletta da raccontare

09 ottobre 2018, 07:00

Delporto, una tripletta da raccontare

Michele Deroma

Un rigore, poi un meraviglioso destro a giro sul secondo palo. Sino alla perla finale: un calcio di punizione dal limite, a sorprendere il portiere avversario e regalare tre punti ad un Colorno eroico. È stato Francesco Delporto il grande protagonista del successo esterno dei gialloverdi ducali, domenica scorsa, in casa del Cittadella Vis San Paolo: in svantaggio 1-0 e in dieci dal 18' per l'espulsione di Mazzera, il Colorno ha saputo ribaltare il risultato già nel corso del primo tempo, grazie a due gol del suo numero 9. Nella ripresa sono arrivati il pari dei padroni di casa modenesi, e tanta sofferenza per un Colorno che in dieci ha comunque saputo resistere alle offensive del Cittadella: sino al 91', quando Delporto si è incaricato della battuta di un calcio piazzato dal limite dei sedici metri avversari.

«La posizione, sul lato destro del campo, era più adatta ad un mancino - ha spiegato lo stesso attaccante del Colorno - ma non avevamo più giocatori di piede sinistro in campo, e così ho calciato io. Ho notato che il portiere avversario non si era posizionato bene sul primo palo, e complice anche una deviazione in barriera sono riuscito a segnare il gol del 3-2, con cui ci siamo portati a casa una splendida vittoria».

Per Delporto, tra le tre reti messe a segno domenica la più bella è stata «la seconda, una delle migliori della mia carriera: sono rientrato sul destro e ho scaricato un gran tiro, finito in porta dopo aver picchiato sul palo interno». Quella firmata allo stadio Botti di Modena è la sesta tripletta in carriera per l'attaccante classe ‘92, già autore di sei reti in altrettante partite di questo primo scorcio di campionato: «Questa stagione si sta rivelando per me una delle migliori dal punto di vista realizzativo», ammette un attaccante particolarmente «viziato» in quanto a gol: tredici in serie D a Castelfranco Emilia, nel primo anno tra i «grandi»; poi diciassette in Eccellenza a Carpaneto, e ventidue nella scorsa stagione di Promozione a Colorno, dove Delporto ha trovato «una società forte ed esperta, ben dotata a livello di strutture».

Speciale anche il rapporto dell'attaccante con il giovane tecnico del Colorno, Mattia Bernardi: «È un ragazzo giovane e preparato: allena con tanta passione, impegno e studio. Le sue idee di gioco mi offrono la possibilità di avere tante occasioni nei novanta minuti di partita: cerco di non vivere solo per il gol, ma provo ad aiutare la squadra, venendo incontro ai portatori di palla e aprendo spazi per i miei compagni». Con loro, Delporto ama trovarsi anche fuori dal campo: «Rispetto all'anno scorso il gruppo è stato rinnovato, ma credo che a livello di organico e di individualità abbiamo la possibilità di fare bene anche in questo campionato di Eccellenza». E un positivo avvio di stagione - dieci punti raccolti in sei partite, e settimo posto solitario in classifica - sta dando pienamente ragione a Delporto, centravanti di un Colorno che diverte e vuole togliersi soddisfazioni: «Noi la rivelazione del campionato? Ci proveremo: queste prime partite hanno detto che possiamo giocarcela contro tutte le avversarie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal