Sei in Archivio bozze

SALSO E TABIANO

L'invasione delle cimici: hotel e case pieni di insetti

11 ottobre 2018, 07:00

L'invasione delle cimici: hotel e case pieni di insetti

Un'autentica invasione, purtroppo non di curandi o turisti, ma di cimici.

In autunno, è noto, con il passaggio dal caldo a temperature un po' più frescoline, le cimici cominciano a spuntare. Entrano nelle nostre abitazioni attraverso gli infissi. Cercano luoghi caldi. Una volta eravamo abituati a tutto questo. Cimici verdi, talvolta quelle marroni.

Ora no. Ora è tutto cambiato anche per gli insetti. Sono della specie «cinese», o meglio asiatica, il cui nome impronunciabile è Halyomorpha halyscimice. Particolarmente dannoso per le colture, segnalato la prima volta in Emilia Romagna nel 2012, e che nel giro di pochi anni ha letteralmente invaso le pianure padane e tutto il Nord Italia.

Poteva risparmiare Salso e Tabiano? Sui vari gruppi social di Salso è iniziato un tam tam incessante: rimedi, consigli su come debellarle. Sta di fatto che quest'invasione sta creando non pochi problemi nelle due cittadine termali. I piani alti delle Terme Respighi di Tabiano così come quello dello Zoja, quelli più esposti verso le piante, hanno gli infissi tappezzati da cimici.

Gli hotel di Tabiano, immersi nel verde, pagano lo scotto più grosso. L'estate con il problema delle zanzare tigre ed ora con quello delle cimici.

«Senza dubbio è una problematica fastidiosa, bisognerebbe studiare senza dubbio qualcosa per prevenire il problema», afferma Francesco Ravasini, presidente Asat di Tabiano: «in autunno il problema c'è sempre stato, ma ultimamente sta diventando serio». Ru. Sar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal