Sei in Archivio bozze

ORDINE

50 anni dalla laurea: premiati 20 medici

14 ottobre 2018, 07:00

50 anni dalla laurea: premiati 20 medici

Francesco Allevato, Maria Anardi, Gian Paolo Arisi, Sergio Bernasconi, Renato Camilloni, Roberto Delsignore, Gianfranco Gainotti, Giovanni Garini, Mario Ghinelli, Claudio Grossi, Alberto Laudisa, Roberto Lisi, Gian Paolo Mantovani, Giorgio Montanarini, Angelo Pescatori, Egidio Rossi, Giorgio Savazzi, Mario Savi, Manfredo Squeri e Bruna Tanzi: sono questi i 20 medici (18 uomini e 2 donne) che sono stati premiati con una pergamena per festeggiare i 50 anni trascorsi da quel 1968 in cui hanno conseguito la laurea in medicina. Dietro di loro, altrettante carriere e storie professionali di successo in tanti campi della medicina. Come sottolinea Egidio Rossi, per diversi anni primario a Borgotaro e in seguito responsabile dell'emodialisi dell'Ausl di Parma, «ci siamo ritrovati quasi tutti e i pochi che mancano avevano impegni non rimandabili. E una certa emozione l'abbiamo provata anche ricordando alcuni che non ci sono più come Giulio Rosati, storico direttore della neurologia dell'Università di Sassari oppure Samuel Masango, medico del Camerun rientrato poi nel suo paese per esercitare la professione. Con noi poi oggi ci sono anche altri colleghi che hanno iniziato proprio in quegli anni la professione e che hanno condiviso le speranze e le difficoltà al momento di iniziare la carriera di medico». Fra i premiati ci sono numerosi medici che hanno svolto una parte importante importante della propria carriera al Maggiore. Spiccano in particolare i nomi di due ex cattedratici e responsabili di importanti reparti del Maggiore come Roberto Delsignore, ieri assente per impegni legati alla presidenza di Fondazione Monte, e Sergio Bernasconi, a lungo responsabile della Clinica pediatrica, che hanno lasciato una traccia importante nella sanità cittadina. Sempre al Maggiore, nel reparto di Ortopedia, ha lavorato Mario Ghinelli, mentre Mario Savi è stato responsabile della Genetica dell'ospedale cittadino. Molto noto anche il volto di Roberto Lisi, neurologo che si è fatto apprezzare anche per il suo impegno politico come assessore nelle giunte di Ubaldi. Nella lista ci sono poi lo storico medico di base di Coltaro Paolo Consigli e le due donne Bruna Tanzi, per molto tempo responsabile del laboratorio di analisi dell'Ausl e Maria Anardi, anestesista del Maggiore. Fra chi ha avuto incarichi di rilievo fuori Parma ci sono Gian Paolo Arisi, primario di ginecologia a Trento. C'è poi il pediatra Giorgio Montanarini, protagonista di innumerevoli missioni in paesi del Terzo mondo per curare i bambini di quelle realtà e il geriatra Gianfranco Gainotti, responsabile medico delle Terme di Monticelli. Tanti nomi uniti da una comune passione per una professione che non è uguale a tutte le altre e che, idealmente, si sono riconosciuti in quei giovani che sempre ieri hanno pronunciato quel giuramento di Ippocrate che, oggi come 50 anni fa, deve costituire il punto di riferimento di ogni medico. g.l.z.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal