Sei in Archivio bozze

Viale San Michele

In scooter fanno cadere un anziano in bici e fuggono

14 ottobre 2018, 07:01

In scooter fanno cadere un anziano in bici e fuggono

Le strisce bianche sull'asfalto, due biciclette che devono passare, due autovetture che si fermano per permettere l'attraversamento: una due ruote fila tranquilla, l'altra viene sfiorata da uno scooter che invece aveva proseguito la corsa e non si era bloccato. In sella due ragazzi. L'anziano sulla seconda bicicletta perde l'equilibrio e cade. I due giovanissimi sul motorino se ne accorgono, si voltano, ma non si fermano. Fortunatamente l'uomo, subito soccorso, se l'è cavata solo con il comprensibile spavento, ma l'episodio accaduto ieri in pieno centro ha molto impressionato la conducente di una delle due vetture che si erano arrestate per lasciar passare le biciclette.

Chiara Buratti, 37enne di Monticelli, quindi, ha voluto manifestare tutta la sua indignazione informando la Gazzetta con una mail inviata al direttore. Perché? «Perché mi chiedo se queste persone abbiano una coscienza o se l'abbiano completamente bruciata davanti ai loro smartphone. Mi chiedo anche se questi adolescenti abbiano dietro delle famiglie e in che modo queste famiglie li abbiano educati, per avere questi “risultati”... Sono molto sconfortata e amareggiata».

Ecco il suo racconto: «Alle 12.30 circa di ieri stavo percorrendo in macchina viale San Michele diretta verso il Petitot e, all'altezza dell'attraversamento pedonale subito prima dell'immissione nella rotonda, mi sono fermata per far passare due persone che stavano arrivando in bicicletta. Così ha fatto la macchina alla mia sinistra. La prima bicicletta ha attraversato senza problemi, mentre alla seconda è stata tagliata la strada da un motorino che arrivava da destra sulla corsia riservata agli autobus, con due adolescenti a bordo».

«La bicicletta è stata urtata di striscio facendo perdere l'equilibrio al conducente, un anziano di circa 80 anni. L'uomo è caduto lungo disteso a terra. I due adolescenti si sono girati a guardarlo e senza neanche rallentare hanno proseguito la loro corsa. In tre ci siamo fermati a prestare soccorso all'anziano, in particolare il signore che lo ha assistito per primo è stato estremamente capace, lo ha aiutato ad alzarsi, tranquillizzato e fatto sedere. Purtroppo non ho preso la targa del motorino (sono quelle cose a cui si pensa sempre troppo tardi): ci sarebbero stati tutti gli estremi per una denuncia per omissione di soccorso. Sono rimasta completamente sconcertata di fronte al comportamento dei due adolescenti. Non hanno nemmeno rallentato...». r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal