Sei in Archivio bozze

MASSESE

Dopo lo schianto più controlli per chi guida e ha bevuto, ma l'emergenza resta

15 ottobre 2018, 07:03

Dopo lo schianto più controlli per chi guida e ha bevuto, ma l'emergenza resta

La Massese, lo si sa da tempo, è una strada molto pericolosa. Gli incidenti sono continui e le vittime, purtroppo, numerose. Di questa emergenza si ritengono resposabili varti elementi tra cui la velocità eccessiva e anche la carenza di una adeguata manutenzione e di una opportuna messa in sicurezza.

Tuttavia casi come quello di Langhirano fanno comprendere che il rischio, spesso, è connesso anche ad un ben diverso motivo: ovvero il comportamento degli automobilisti che troppo spesso mettono in moto dopo aver alzato il gomito o assunto droga.

Lo dimostrano lo schianto di Langhirano ma soprattutto i numeri forniti dalle forze dell'ordine che svelano un quadro raggelante: nel 2016 sono state 471 le patenti sequestrate per guida in stato di ebbrezza o per uso di sostanze stupefacenti.

E l'anno successivo il boom: 510 per uso di alcol e 86 per uso di droghe, con un incremento in dodici mesi del 26%.

Quest'anno, nei primi otto mesi, 282 per uso di alcol e 32 per uso di droghe: un aumento preoccupante rispetto al medesimo periodo degli anni precedenti.

L'incremento tuttavia non pare corrispondere ad un aumento di controlli da parte degli uomini delle forze dell'ordine.

Quindi viene da dire che se aumentano i casi di automobilisti sanzionati forse è proprio perché aumentano le trasgressioni.

E questo preoccupa non poco: nel 2016 le persone fermate e controllate per guida in stato di ebbrezza sono state 25.329, nel 2017 sono state 850 in meno mentre nei primi sette mesi di quest'anno si è arrivati a 14.561.

Lo sforzo da parte degli uomini in divisa c'è. Ma ciascuno deve fare la propria parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal