Sei in Archivio bozze

CALCIO PARMA

Un Inglese da Nazionale

17 ottobre 2018, 07:00

Un Inglese da Nazionale

PAOLO GROSSI

Se non si fosse fatto male proprio a Napoli contro la squadra che detiene il suo cartellino, Roberto Inglese, che domenica tornerà in campo contro la Lazio, sarebbe finito nella lista dei convocati di Mancini per le sfide con Ucraina e Polonia. Il ct era venuto al Tardini per lui, contro l'Empoli, ma si è dovuto limitare ad apprezzare Gagliolo. Al bomber la maglia azzurra l'aveva già fatta annusare Ventura con una convocazione durante le qualificazioni. Ma per quanto fatto vedere sin qui, cioè forza, tecnica, senso del gol, abilità nel mettere giù tutti palloni che gli piovono addosso, e disponibilità alla fase difensiva, siamo certi che arriverà presto un'altra occasione e che ci rincrescerà restituirlo al Napoli a fine stagione.

Il rientro di Inglese è un po' l'unico raggio di luce arrivato dal reparto lungo-degenti di Collecchio. Gervinho e Grassi sono ancora fuori causa.

Però è una notizia importante. Per carità, si fa sempre senza di quello che non c'è, tanto che con Empoli e Genoa i suoi compagni hanno portato a casa sei punti, facendosi onore e, nel caso di Siligardi e Ceravolo, tornando anche al gol. Ma la presenza di Inglese per tanti motivi è confortante. A quasi 27 anni sembra aver raggiunto la piena maturità tecnica e agonistica. 1,87 per 87 chili, è un vero ariete ma diverso dai modelli di una volta che anche noi abbiamo avuto qui, vedi Milosevic, Lucarelli senior o Pellè. Come si diceva, si «sbatte» in entrambe le fasi. In attacco sa andare in profondità e colpire ma anche mettere a terra i rilanci dei compagni. E se quando calci dalle retrovie la palla invece di rimbalzarti indietro come sbattesse contro un muro si ferma in avanti, magari finendo tra piedi amici, la linea difensiva può avanzare di qualche passo, la squadra si accorcia e si compatta e diventa più difficile da perforare. Se poi aggiungiamo che i suoi rientri profondi aiutano i compagni che devono impedire gli sviluppi avversari, ecco che si chiude il cerchio di un attaccante che può ricordare per certe cose Harry Kane e per la generosità Mandzukic.

Il fatto poi che abbia sempre giocato in squadre che lottavano punto a punto per salvarsi lo rende perfetto per questa stagione in gialloblù.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal