Sei in Archivio bozze

PATTINAGGIO

Greta Maestri, da Sissa ai podi europei

19 ottobre 2018, 07:00

Greta Maestri, da Sissa ai podi europei

VITTORIO ROTOLO

Come tutte le belle storie di sport, anche quella di Greta Maestri è permeata di sudore e sacrificio. Ma soprattutto alimentata da una forza di volontà tale da rinvigorire il fisico provato dal dispendio di energie, dovuto - nel suo caso - ai continui spostamenti tra Parma e gli altri centri collocati al di fuori della nostra provincia, assecondando la necessità di conciliare studio ed allenamenti. Impegno ed applicazione quotidiana, del resto, sono alla base della disciplina praticata dalla 23enne di Sissa: il pattinaggio artistico. Disciplina che, lo scorso anno, l'ha vista centrare a Roana (Vicenza) la sua seconda medaglia di bronzo in un campionato europeo, dopo quella conquistata nel 2015 a Ponte di Legno, ancora una volta in coppia con il pescarese Angelo De Benedictis.

Quella bambina che, a 10 anni, iniziò a praticare il pattinaggio («un po' per gioco, un po' perché volevo condividere un momento di spensieratezza con le mie compagne di scuola» ama ripetere), muovendo i primi passi fra le fila di una piccola società di San Secondo, non avrebbe di certo mai immaginato di entrare, un giorno, nel novero delle «grandi» d'Europa.

«A Roana, arrivare sul podio è stato ancora più difficile che nel 2015 - racconta la Maestri, premiata di recente con una benemerenza dal Coni Parma. - Mentre mi preparavo per gli Europei stavo infatti ultimando la mia tesi di laurea in Servizio sociale, poi conseguita all'Università di Parma. E come se non bastasse, con Angelo ci allenavamo a metà strada, ovvero a Rimini: una località che, soprattutto nel periodo estivo, per una giovane può essere una fonte di distrazione, dal mare ai tanti locali presenti sulla riviera... In gara, poi, l'errore commesso nell'esecuzione del primo esercizio ci ha praticamente obbligati a ricercare la prestazione perfetta, in quello successivo. Per fortuna, è andata molto bene».

Nel pattinaggio artistico a coppie, fra i due interpreti si crea una splendida alchimia. «La complicità è un elemento che viene valutato, in sede di punteggio» ricorda la Maestri. «Ma è chiaro che, durante una gara, bisogna saper gestire pure la comprensibile tensione del momento. E non è affatto semplice». Ha una dedica speciale da fare, Greta: «Ai miei genitori, che hanno sacrificato il proprio tempo per accompagnarmi in giro, per gare e allenamenti». Ma Greta deve molto ad altre due figure che le hanno dato fiducia: Gaia Grandi e Giovanni Dallarda, tecnici della sua attuale società, la Castellana di Castel Goffredo (Mantova). «Da anni, Gaia e Giovanni sono il mio punto di riferimento - spiega la la pattinatrice - inizialmente curavano solo l'aspetto legato alla preparazione atletica, poi hanno cominciato ad occuparsi di quello tecnico. Poter attingere dalla loro notevole esperienza, visto che in coppia sono stati vicecampioni del mondo, per me è un privilegio».

La Maestri, che ha all'attivo pure un titolo italiano conquistato nel 2012 in coppia con l'astigiano Andrea Russo, sta recuperando da un brutto infortunio, subito nel maggio scorso. «Mi sono rotta legamento e menisco, in allenamento - racconta -: a causa di questo imprevisto, insieme al mio nuovo compagno, il mantovano Luca Corradi, abbiamo dovuto rinunciare all'appuntamento con i Campionati italiani di Folgaria, su cui puntavamo tantissimo. Ma non voglio più pensarci, del resto il peggio è passato. Siamo già proiettati al prossimo impegno agonistico: a gennaio, a Firenze, ci aspetta un Grand Prix internazionale. Vogliamo fare bella figura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal