Sei in Archivio bozze

Borgotaro

Inaugurata la nuova centrale idroelettrica

21 ottobre 2018, 07:00

Inaugurata la nuova centrale idroelettrica

Franco Brugnoli

BORGOTARO E' stata inaugurata ieri, dedicata alla memoria di Pier Luigi Ferrari, ex vice-presidente della Provincia e sindaco di Borgotaro, la nuova centrale idroelettrica di «Nola Frasso». Alla presenza di autorità locali e regionali, e di molti cittadini, sono stati presentati, in piazza Verdi, di fronte al Teatro Farnese, in una capiente tensostruttura allestita per l'occasione, tutti i lavori, che hanno portato all'avvio della centrale. Un'opera attesa da anni, realizzata da «Montagna 2000 Spa» (la società che svolge, a livello comprensoriale, il servizio idrico integrato ed altri servizi), che garantirà energia pulita e rinnovabile. La centrale ha una potenza di 99,9 chilowatt. I tecnici di Montagna 2000 stimano la produzione annua dell'impianto in circa 788.700 kw (in grado di coprire il consumo di 220 nuclei famiglie di 4 persone per un anno). Terminata la presentazione in piazza Verdi, è stato possibile visitare la centrale, grazie a un servizio di bus-navetta messo a disposizione, sempre da Montagna 2000.

L'appuntamento ha anche offerto l'occasione per presentare i nuovi mezzi della società, dotati ora anche di defibrillatore portatile (Dae), le opere eseguite nel tratto fognario di largo Roma e la nuova «app», per gestire, utilizzando lo «smartphone», le comunicazioni con l'azienda.

Ha presieduto l'incontro Emilio Guidetti, direttore della società. La centrale si affianca alle altre opere per la produzione di energia rinnovabile, messe in campo dalla società, quali l'inserimento di pannelli fotovoltaici sugli impianti di depurazione, lo studio dell'utilizzo delle biomasse e lo sfruttamento della crescita algale nei fanghi di depurazione.

«La centrale idroelettrica - ha spiegato Guidetti - è stata intitolata a Pier Luigi Ferrari, un politico davvero amico del territorio, per le molteplici attività di promozione portate avanti, nel corso della sua intensa attività politica e amministrativa, in cui figura anche l'ottenimento dell'Igp, per il fungo porcino di Borgotaro».

Soddisfatto il sindaco di Borgotaro. «Questo è un esempio - ha detto Diego Rossi - di come le risorse pubbliche, se bene utilizzate, possano dare ottimi risultati in termini di rispetto dell'ambiente, creazione di energia pulita e di risorse economiche, a vantaggio del territorio». Un sentito grazie è andato anche alla Regione ed in particolare all'ingegner Paolo Ferrecchi e al consigliere regionale Alessandro Cardinali (entrambi presenti all'incontro), per il supporto che, in questi anni, ha consentito alla società di supportare l'inversione di tendenza, in tutte le prospettive programmate.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal