Sei in Archivio bozze

Lutto

Olga, morta improvvisamente a soli 39 anni

22 ottobre 2018, 08:01

Olga, morta improvvisamente a soli 39 anni

DAMIANO FERRETTI

Chi gli ha voluto bene, la descrive come un'amica dal cuore d’oro «che metteva sempre in bella mostra il suo “spirito da crocerossina” perché quando riconosceva una persona in difficoltà, indossava il mantello e correva in soccorso con la sua voglia di fare ed il suo contagioso buon umore. Con una prerogativa, quasi un marchio di fabbrica: il sorriso costantemente stampato sulle labbra».

Se ne è andata nei giorni scorsi all’improvviso a soli 39 anni, lasciando nello sconforto familiari ed amici, Olga Klimentyeva, interprete russa ma parmigiana d’adozione, che viveva nella nostra città dal 2003.

Mentre si trovava a Mosca per motivi di lavoro, Olga è stata ritrovata senza vita nella sua camera d’albergo, probabilmente a causa di un arresto cardiaco.

Olga Klimentyeva era sposata con Giancarlo Cantarelli, apprezzato docente di matematica al dipartimento di ingegneria all’Università di Parma: si erano conosciuti nel 2001 a Velikie Luki, in Russia, in occasione di un congresso. Due anni dopo, Olga decise di trasferirsi in Italia e sposare Giancarlo nel settembre del 2003.

Dopo aver conseguito la laurea in lingue, Olga venne assunta nel 2006 dalla «Fbr-Elpo spa», una multinazionale che ha sede in via Arnaldo Da Brescia e che costruisce macchine e linee complete per la trasformazione del pomodoro e della frutta. «La mia Olga era dolce e amava viaggiare» ricorda il marito Giancarlo. E mentre lo dice, gli occhi sono inevitabilmente velati dalle lacrime. «Quando era a casa, era sempre insieme ai nostri adorati nipotini Rebecca e Lorenzo e ai due cagnolini Luna e Toffy. Olga era un'anima dolce ed era in grado di regalarti, ogni singolo giorno, gioia e felicità».

«Olga era un’amica vera che sapeva riunirci - ricordano le amiche Svetlana, Violetta e Tamara - Quando entravi nella casa sua e di Giancarlo, a Paradigna, ti accorgevi che regnava un’atmosfera speciale e noi ci sentivamo felici».

Olga Klimentyeva è sempre stata legatissima alla famiglia: ai genitori così come alla sorella Xenia, al marito Giancarlo, al cognato Angelo con Ida, alla suocera Lidia, alla nipote Elisa con Matteo e ai nipotini Rebecca e Lorenzo.

Il rosario si terrà questa sera alle 20.30 nella chiesa del Beato Andrea Carlo Ferrari, in piazza Eugenia Picco 1 (vicino a via Paradigna). I funerali si svolgeranno domani con partenza alle 11 dalla Sala del commiato Ade in viale Villetta 31/a per raggiungere la chiesa del beato cardinal Ferrari e da qui per il cimitero di Ugozzolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal