Sei in Archivio bozze

Colorno-Torrile

La fusione? Ora parte con il volley

30 ottobre 2018, 05:00

La fusione? Ora parte con il volley

CRISTIAN CALESTANI

Unire le forze per far crescere insieme 300 atleti, la maggior parte del settore giovanile. C'è una «fusione», di cui si stanno gettando concretamente le basi, che funziona tra Colorno e Torrile ed è quella del volley.

Per averne la dimostrazione è bastato mettere piede nel palazzetto dello sport di San Polo di Torrile dove, per la presentazione ufficiale delle società di fronte alle autorità del territorio, c'è stata un'invasione di giocatori e di giocatrici con la caratteristica felpa gialla. L'accordo per un'intensa collaborazione prevede che a Colorno si concentri, con la neonata società Asd Colorno San Polo volley, l'attività giovanile del minivolley, dell'Under 12, dell'Under 13-14 maschile e della Seconda divisione femminile guidata da Ivan Caroli, mentre a San Polo, con il nome di San Polo volley, si sono unite le altre squadre dall'Under 14 in su sino alle formazioni di punta: la serie D femminile Celi allenata da Enrico Mazzaschi e Federico Bacchini; la serie D maschile Leadercom guidata da Stefano Piazza e Fabio Perboni e la Prima divisione maschile Carpenter allenata da Saverio Guccione.

«Festeggiamo i dieci anni della nostra società – ha dichiarato il presidente del San Polo volley Maurizio Piazza – ufficializzando l'accordo con Colorno per fare del nostro territorio un polo di riferimento della pallavolo nella Bassa».

Entusiasta l'assessore torrilese allo Sport Giorgio Faelli: «Dieci anni fa – ha dichiarato - il volley ripartì da Piazza e Noris Darecchio e pochi altri collaboratori, oggi ci sono quasi 300 tesserati, tecnici preparati e tante famiglie che hanno capito che qui si fa aggregazione e sport in modo serio».

Un plauso per la collaborazione è arrivato anche dal presidente provinciale Fipav Cesare Gandolfi: «San Polo è un'eccellenza della pallavolo parmense, una società in cui ogni anno vedo dei miglioramenti. La sinergia con Colorno, altra realtà storica del nostro movimento, serve a tutti per crescere».

Ad applaudire l'accordo anche i sindaci. «Si raggiunge un grande risultato, possibile grazie a ragazzi, famiglie e sponsor» ha dichiarato il primo cittadino torrilese Alessandro Fadda, mentre il sindaco di Colorno Michela Canova ha sottolineato: «Nel volley si è riusciti a fare ciò che non è accaduto a livello amministrativo comunale. Si è dato forza ad una debolezza. Il Colorno volley aveva bisogno di San Polo per dare continuità ad una lunga storia di pallavolo che ha fatto crescere generazioni. Dico bravi a coloro che hanno sostenuto questa fusione».

Di avvio di una possibilità «di nuovo sviluppo» ha parlato l'assessore colornese allo Sport Valerio Manfrini, mentre il presidente del Colorno volley Luciano Bergonzi ha sintetizzato: «Gettiamo le basi per un'unione con l'intento di ottenere risultati migliori». L'augurio di una proficua stagione è giunto anche dal fiduciario Coni Andrea Casella e dal presidente del Csi Florio Manghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal