Sei in Archivio bozze

Viabilità

Parcometri e varchi: cosa non ha funzionato

30 ottobre 2018, 05:01

Parcometri e varchi: cosa non ha funzionato

Sabato i parcometri segnavano un'ora in meno, tanto da far scattare la battuta che Parma era entrata nell'ora solare con un giorno d'anticipo. Domenica invece il problema ha interessato i varchi di accesso con il display indietro di undici ore invece che una.

«Si è trattato di problemi tecnici - spiega Giovanni Bacotelli, amministratore unico di Infomobility, che gestisce la sosta a pagamento in città - legati al software che sono stati prontamente risolti con l'impegno dei dipendenti della nostra società».

Per quanto riguarda i parcometri, «il guasto, legato alla scheda madre, si è verificato in una zona circoscritta di Parma, più o meno quella attorno a via della Costituente, e ha interessato una decina tra i modelli più vecchi».

Si tratta dei «DG4», quelli dei tempi in cui la gestione della sosta era affidata alla Tep. Tra i 450 parcometri sparsi per la città, esistono anche gli «Strada», di ultima generazione che si trovano, ad esempio, in via Kennedy, «un punto - aggiunge Bacotelli - in cui non ci sono stati problemi», e gli «Stelio».

L'amministratore di Infomobility annuncia, comunque, che «prossimamente i 150 parcometri più datati saranno cambiati. Lo chiederemo nel piano che presenteremo a breve in commissione consigliare».

Per quanto riguarda eventuali lamentele da parte degli automobilisti, negli uffici di Infomobility nella giornata di ieri «non si è presentato nessuno né qui in viale Mentana e neppure al Duc. Siamo comunque sempre a disposizione dei cittadini per qualsiasi chiarimento e informazione».

Sull'episodio dei varchi, Bacotelli spiega invece che «le telecamere hanno sempre funzionato. Il problema si è verificato, invece, al software dei pannelli a messaggio variabile, che segnavano infatti appunto undici ore di differenza».

Il guasto è stato segnalato ieri mattina alle 7,30 e, puntualizza Bacotelli, «alle 8,30 tutto è tornato alla normalità. Tramite ItCity, la società partecipata che si occupa dell'informatizzazione, abbiamo chiesto di verificare il software. E' comunque la prima volta che succede. Adesso stiamo monitorando gli accessi senza permesso e invieremo la segnalazione alla polizia municipale. Noi, infatti, come Infomobility non possiamo togliere le sanzioni».

L'amministratore unico della partecipata del Comune rimarca, infine, ancora una volta il «grande impegno che i dipendenti del suo ufficio hanno mostrato in questi frangenti» e ricorda come «Infomobility per il quinto anno consecutivo chiuderà in utile».

M.Cep.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal