Sei in Archivio bozze

Bore

Gioele, scomparso a undici anni: lo piange un intero paese

04 novembre 2018, 05:01

Gioele, scomparso a undici anni: lo piange un intero paese

Erika Martorana

Un vero e proprio dramma ha colpito una nota e molto amata famiglia di Bore. Il piccolo e tenero Gioele Conti, di soli 11 anni, si è spento improvvisamente, nella notte tra mercoledì e giovedì, in seguito ad un aggravamento del suo stato di salute. Il bambino, figlio dei due conosciutissimi proprietari della macelleria del paese, Giorgio e Carla, è spirato all'ospedale di Parma, dopo alcune complicazioni causate da una gravissima malattia genetica. Inimmaginabile il dolore e lo strazio dei suoi familiari (oltre a quello di mamma e papà, si aggiunge anche quello della sorella maggiore, da sempre legatissima al caro dolce fratellino): «Non ci sono parole per descrivere quello che stiamo provando - hanno detto, commossi, alcuni amici della famiglia -. E' una perdita davvero molto dolorosa. Siamo vicini ai genitori e alla sorellina, in questo momento devastante». La tragica notizia si è subito sparsa nel comune valcenese, dove il bimbo era nato e cresciuto, circondato dal grande amore della sua famiglia e di tutti quelli che lo conoscevano. «Era un bambino che ispirava dolcezza e simpatia - hanno raccontato alcuni boresi -. I genitori lo adoravano, lo amavano dal profondo del cuore, lo hanno curato e sostenuto in maniera esemplare; per loro Gioele, insieme alla loro primogenita, era il regalo più bello mai ricevuto». L'improvvisa scomparsa di Giovanni, così amato e ben voluto da tutti, ha scosso e fortemente addolorato l'intera comunità borese, interamente presente ai funerali del piccolo, che si sono tenuti ieri nella chiesa di San Lorenzo, ma anche tante altre persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Tra queste, il celebre boxeur parmigiano Matteo Azzali, che è stato tra i protagonisti di numerose edizioni dell'evento benefico «Boxe sotto le stelle», che ha avuto come nobile fine quello di reperire fondi per aiutare Gioele e la sua famiglia in questa terribile lotta. Sulla sua pagina Facebook, Azzali ha scritto questa dedica: «Ciao piccolo Gioele; hai lottato come il più forte dei guerrieri. Eri tanto piccolo ma il tuo cuore ed il tuo sorriso erano i più grandi e caldi del mondo. È stato un onore conoscerti e grazie per la lezione di vita che ci hai dato. Io e tutti i pugili della Kid Saracca che hanno combattuto per far sì che il tuo sorriso rimanesse sempre vivo, ti porteremo sempre nel cuore e continueremo a batterci per far sì che non muoia mai! Ti voglio bene piccolo grande guerriero!!!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal