Sei in Archivio bozze

Lutto

Addio a Orazio Zanni, cuore dell'Inzani

05 novembre 2018, 06:01

Addio a Orazio Zanni, cuore dell'Inzani

VITTORIO ROTOLO

Un destino crudele ha voluto che Orazio Zanni se ne andasse proprio a pochi giorni dalla cerimonia per il settantesimo anniversario della nascita del circolo Inzani. Il «suo» Inzani, il sodalizio al quale ha dedicato una vita intera e, nelle vesti di presidente, oltre mezzo secolo. Quello stesso Circolo che oggi piange uno dei suoi «padri fondatori», scomparso nella notte tra sabato e ieri, all'età di 87 anni.

Rimasto vedovo dopo la morte della moglie Maria, avvenuta qualche anno fa, Zanni (i cui funerali si svolgeranno domani) lascia la figlia Mara. E naturalmente un grande vuoto, in questa città. «Lo aspettavamo il prossimo 17 novembre, a Palazzo del Governatore, per la festa dei nostri settant'anni. Per Orazio avevamo preparato anche una targa, quale segno di infinita gratitudine e riconoscenza per tutto quello che ha saputo donarci» racconta Sergio Greci, che proprio da Zanni aveva raccolto il testimone alla guida dell'Inzani, nel 2008.

«Consegneremo ugualmente la targa a Mara. È stato davvero un brutto risveglio, per la nostra famiglia». Personaggio carismatico, dirigente competente e illuminato, Orazio Zanni ha contribuito a scrivere meravigliose pagine della storia sportiva e associativa della nostra città. Nel 1948, della nascita del Circolo Ricreativo Culturale Inzani è uno degli artefici, insieme agli amici di una vita, cresciuti con lui nel cuore dell'Oltretorrente.

All'inizio c'è solo una squadra di calcio, cui si aggiungono però ben presto l'atletica leggera ed il ciclismo. Quattro anni dopo Zanni viene nominato presidente, carica che per un breve periodo era stata ricoperta dal padre, Gino, conosciutissimo barbiere di piazzale Inzani. Ed è con lui, che l'Inzani diventa una società modello: una polisportiva capace di abbracciare sempre nuove sfide e nuove discipline.

A cominciare dalla pallavolo, con la squadra condotta dal grande Bruno Estasi approdata in serie A all'inizio degli anni Sessanta.

Seguiranno lotta e judo. Infine, la ginnastica. Sempre sulla cresta dell'onda e con tanti titoli nazionali ad arricchire puntualmente la bacheca del club. Quando nel 1966 il Circolo si trasferisce nella nuova sede di via d'Azeglio, i soci sono già quasi 400. Tutti animati da passione ed entusiasmo.

Zanni è sempre in prima linea, specie quando si tratta di aiutare gli altri: organizza una raccolta di viveri e di indumenti, in Oltretorrente, per gli alluvionati di Firenze. E sempre grazie all'impegno del suo presidente, nel 1980 l'Inzani offre un aiuto economico alla popolazione colpita dal terremoto in Irpinia e, nel 2006, sostiene la costruzione di un impianto sportivo in Brasile. Per 25 anni consigliere provinciale della Federpesca. Zanni ha avuto numerosi riconoscimenti: insignito con la Medaglia d'oro dal Comune di Parma per meriti associativi e con le Stelle di bronzo e d'argento dal Coni, nel 2007 ha ricevuto anche il Premio Sant'Ilario.

Sapeva guardare al futuro, Orazio Zanni. Come non ricordare la gioia impressa sul suo volto, nel giorno dell'inaugurazione del palazzetto Lorenzo Ponti di Moletolo, accanto alla Club House del Circolo. Al progetto di questo impianto, una pietra miliare nella storia dell'Inzani, il presidente dedicò tempo ed energie, nella consapevolezza di quanto fosse importante dotare la città di una struttura moderna e funzionale. Dove tanti ragazzi e ragazze potessero fare sport, esaltando il divertimento e l'aggregazione. Valori che, nel nome di Orazio, il circolo Inzani continuerà a tramandare alle generazioni future.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal