Sei in Archivio bozze

Incontro

Oltretorrente, proposte e progetti per la riscossa

08 novembre 2018, 06:03

Oltretorrente, proposte e progetti per la riscossa

Maria Teresa Angella

Sicurezza, tutela delle attività commerciali e collaborazione. Sono questi i temi, e insieme le richieste dei tanti residenti, commercianti e proprietari immobiliari del quartiere Oltretorrente emerse ieri sera durante l’incontro pubblico «Oltretorrente al centro» organizzato dal Ccv Oltretorrente, con l’amministrazione comunale e i vertici delle forze dell’ordine.

A dialogare con il folto pubblico radunato nei locali della Famija Pramzana a Barriera Bixio sono stati l’assessore al Turismo, al Commercio e alla Sicurezza del Comune di Parma Cristiano Casa, il questore Gaetano Bonaccorso e il comandante provinciale dei carabinieri Salvatore Altavilla. L’Oltretorrente, baluardo della parmigianità, è un quartiere forte, vitale e variegato con criticità che - com’è stato evidenziato da entrambe le parti - hanno la necessità impellente di essere risolte o migliorate.

«Il quartiere, come ben sappiamo, ha un problema di degrado che coinvolge anche le vie commerciali - ha spiegato il coordinatore del Ccv Oltretorrente Enrico Tedeschi - ma non ha neanche l’aura negativa con cui molto spesso viene dipinto».

Il questore Bonaccorso ha ricordato che il quartiere è conscio delle criticità ed è anche oggetto di un’attenzione particolare non scontata da parte delle forze dell’ordine.

Durante l’incontro sono state molte le segnalazioni di degrado descritte da residenti e commercianti di zona, come il caso «caldo» di piazzale Corridoni dove ogni giorno ci sono molti soggetti che bivaccano ai piedi del monumento e nei pressi dell’Open Shop - come ha testimoniato una commerciante - e non permettono lo svolgimento della regolare attività dei negozi. È stata evidenziata anche una perdita del tessuto commerciale di zona, sostituito da rivenditori di alcol a basso prezzo sempre più frequenti, e un calo nella valutazione commerciale di appartamenti e negozi.

L’assessore Casa ha posto l’accento sull’importanza della collaborazione dei residenti con le forze dell’ordine, ricordando anche l’importanza e i numeri raggiunti dai gruppi di Controllo di vicinato a Parma che a dicembre toccherà le 25 unità con ben duemila volontari impegnati: «Questo sistema rende ostile il territorio a chi delinque, creando così una rete organizzata che opera in sinergia con le forze dell’ordine».

Entro l’inizio del 2019 saranno installate e rese operative alcune telecamere sulla pista ciclabile di viale Vittoria e all’ingresso di via Tommaso Gulli. «Le immagini acquisite saranno utilizzate per indagini - ha precisato Casa -. Nei prossimi mesi sarà inoltre allestito un presidio della Polizia municipale in via Bixio». «È in arrivo un veicolo elettrico a zero emissioni che sarà utilizzato per girare nelle vie dell’Oltretorrente», ha annunciato Altavilla.

Diverse proposte sono venute anche dai presenti, come l’istituzione di un «vigile di quartiere» e il divieto per la vendita di alcolici refrigerati ai minimarket.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal