Sei in Archivio bozze

In viale Toschi

I lampioni? Non fanno abbastanza luce

10 novembre 2018, 06:02

I lampioni? Non fanno abbastanza luce

Luca Pelagatti

«Ci sono persone anziane che abitano qui intorno che dopo il tramonto non escono più di casa. E tutto per colpa del buio sui marciapiedi». No, non stiamo parlando di frazioni lontane, di stradine di scarso passaggio nella periferia più lontana. Qui siamo in viale Toschi, a due passi dalla Pilotta, zona di turisti in cerca di bellezze e di pendolari che sciamano avanti e indietro dalla stazione. Eppure, dicono i residenti, si vive nell'oscurità. «Tutto nasce da quando sono stati sostituiti i vecchi lampioni con i nuovo modelli a led-, spiega una residente che parla a nome di una bella schiera di vicini. - Il risultato è che il cono luminoso si è ridotto, l'intensità sembra inferiore: e i marciapiedi sono sprofondati nell'oscurità così come le pensiline per chi aspetta il bus».

Per capire di cosa si stia parlando basta andare a passeggiare nel tratto che dal monumento alla Vittoria conduce verso viale Bottego. Dove le chiazze d'ombra sembrano essere lievitate occupando lunghi tratti di strada. «Non sappiamo se sia una conseguenza del tipo di illuminazione o il problema nasca dal fatto che i pali sono troppo distanti. Ma molti non si sentono tranquilli. E chiedono che si provveda potenziando l'irradiazione». Una richiesta che, come detto, è stata già più volte sottoposta al Comune. E, infatti, fanno sapere dall'assessorato ai Lavori pubblici, ci sono stati già interventi.

«Circa un mese e mezzo fa abbiamo disposto un sopralluogo congiunto dei nostri tecnici e di quelli dell'azienda appaltatrice che si occupa della illuminazione intelligente - spiega l'assessore Michele Alinovi. - In quella circostanza non è stata riscontrata alcuna anomalia e nessun problema. Tuttavia, per avere un dato ancora più certo e oggettivo, ho chiesto di svolgere un ulteriore monitoraggio con i luxometri, gli strumenti dedicati a calcolare se l'intensità luminosa è quella prevista dalla legge». In attesa del responso, c'è chi si attrezza di pazienza e chi di torce. E chi, peggio, dopo una cert'ora preferisce restare in casa.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal