Sei in Archivio bozze

L'incidente

Schianto di Parola: è il suicidio l'ipotesi più probabile

23 novembre 2018, 06:03

Schianto di Parola: è il suicidio l'ipotesi più probabile

MICHELE CEPARANO Suicidio. Almeno, questa è l'ipotesi che circola con più insistenza. Rafforzata dagli ultimi atti di Francesco Masetti, il 38enne di Bologna morto in un incidente stradale mercoledì pomeriggio sulla via Emilia alle porte di Parola. Nell'incidente è rimasto coinvolto anche un camionista bergamasco di 59 anni che si trova ricoverato in Rianimazione al Maggiore. Ad avvalorare l'ipotesi che Masetti abbia voluto togliersi la vita dei messaggi che lui stesso ha inviato a persone vicine prima dell'incidente: «Sono sereno e non ho fatto nulla a mio padre» e «Vado a raggiungere mamma e papà». L'uomo era infatti indagato a Bologna per l’omicidio del padre, morto il 4 novembre dopo un ricovero: l’ipotesi era quella che lo avesse avvelenato per ottenere una cospicua eredità.

La verità sulla sua starebbe dunque in alcuni messaggi che paiono inequivocabili: all'ex fidanzata, nominata da lui erede e a cui ha chiesto scusa «per le bugie» (con ogni probabilità l'allusione è al fatto di aver millantato di aver studiato Medicina) e al suo avvocato, Alessandro Veronesi. Proprio ieri mattina, a Bologna, nello studio del legale è stato aperto il plico mandato dal trentottenne. All'interno il testamento con cui Masetti avrebbe lasciato tutti i suoi averi all'ex fidanzata e a due amici. Nel plico anche un telefono cellulare, alcune carte di credito e le chiavi di casa. Altri «tasselli» che farebbero propendere per il suicidio. Sull'episodio continuano, comunque, le indagini della polizia stradale di Parma e dei carabinieri di Bologna.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal