Sei in Archivio bozze

Traversetolo

Ladri messi in fuga dalle telecamere

05 dicembre 2018, 06:00

Ladri messi in fuga dalle telecamere

BIANCA MARIA SARTI

TRAVERSETOLO Un tentato furto particolarmente vile, andato a monte grazie alla presenza delle videocamere. C'era una donna di 88 anni, sola in casa, quando i ladri hanno deciso di colpire. Tutto è successo giovedì scorso (ma la notizia è circolata sui social solo di recente) in un rustico a pochi passi da via Pedemontana, all'uscita del paese in direzione Bannone.

«Saranno state circa le 16,30, io ero a lavoro – racconta il proprietario – mia madre, anziana, era sola in casa quando ha sentito suonare al campanello».

Tutta la scena è stata ripresa dalle videocamere che il figlio della donna aveva prudentemente installato in più punti della casa. Un'Audi nera, nuovissima, forse un'A4, è entrata nel cortile e ha fatto immediatamente manovra, orientando l'auto verso il vialetto per agevolare l'eventuale fuga. «Dall'auto è uscito un uomo con un cappellino, di corporatura robusta, avrà avuto tra i 45 e i 50 anni. Si è guardato bene intorno e poi ha suonato il campanello. Mia madre si è affacciata alla finestra e lui è riuscito a carpire la sua fiducia spacciandosi per un addetto del catasto e dicendo che era d'accordo con me di passare da casa per effettuare delle misurazioni alla piscina fuori terra, da poco installata sul retro».

Un vero e proprio raggiro ai danni di una donna che, convinta dall'atteggiamento sicuro dell'uomo, è uscita dalla casa e lo ha accompagnato nel retro. «Appena i due hanno girato l'angolo – racconta il proprietario – le videocamere riprendono altri due uomini che escono rapidamente dall'auto, con cappellino sciarpa e guanti, e si precipitano in casa». Il piano sembrava perfettamente riuscito, i due malintenzionati si preparavano a frugare ovunque alla ricerca di preziosi, ma qualcosa è andato storto.

Mentre il complice sul retro intratteneva la signora con domande tecniche, alzato lo sguardo ha notato la videocamera che lo stava riprendendo. A quel punto ha avvisato immediatamente con il cellulare i due complici che si sono precipitati nuovamente nell'auto. Nell'arco di pochi minuti l'uomo si è congedato dalla signora e, calando bene il cappellino sul volto, è tornato in auto e se n'è andato. «Mia mamma è rimasta scossa per l'accaduto – racconta il figlio – riferisce che l'uomo, di carnagione chiara, non aveva accento di Parma, ma non sarebbe in grado di dire se straniero oppure no. Non hanno preso nulla e ho subito denunciato il tentato furto, ma resta la paura di lasciare un'anziana sola in casa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal