Sei in Archivio bozze

CARIGNANO

Nuova vita per l'ex asilo

10 dicembre 2018, 06:00

Nuova vita per l'ex asilo

VIGATTO

MARGHERITA PORTELLI

Un albero che affonda le proprie radici nel territorio da oltre ottant'anni difficilmente si spezza alla prima tormenta. E così è stato a Carignano, dove l'annunciata, combattuta ma inevitabile chiusura dell'asilo «Albero Parlante» non ha annientato la voglia di fare comunità delle tante famiglie della frazione. Proprio negli spazi parrocchiali che dal 1934 fino alla scorsa estate hanno ospitato l'asilo, da un paio di mesi sono nati il Centro di Comunità «Albero Parlante» e la biblioteca «Albero Narrante». Si tratta di uno spazio polifunzionale gestito da volontari che ospita iniziative formative, ludiche e ricreative dagli 0 ai 99 anni, oltre ad una biblioteca fornita di ben 1500 volumi.

L'asilo nato negli anni Trenta – in origine gestito dalle suore e poi divenuto comunale – dal 2011 era sotto la gestione ParmaZeroSei, poi, nel 2015, era passato da comunale a gestione indiretta a privato in convenzione (Proges). Erano solo 13 i bambini iscritti lo scorso anno, già pochi per sostenere la struttura, e ne erano previsti solo la metà da settembre di quest'anno, con troppi pochi posti in convenzione. Da lì la decisione di chiudere la struttura. La comunità nel corso dei mesi aveva fatto sentire la propria voce, raccogliendo centinaia di firme per dire no alla chiusura, ma a nulla era valso l'impegno dei tanti genitori e residenti che si erano attivati. «C'era stato un rilancio di proposte educative messe in campo da Proges, con il sostegno della parrocchia, che però non è stato possibile portare avanti per mancanza di fondi – racconta Francesca Zanni, una delle volontarie che ha contribuito a far tornare alla vita la struttura di strada Montanara -. Così, per lanciare un segnale di apertura, nel corso dell'estate abbiamo messo in piedi un centro estivo per l'infanzia gestito da volontari, proprio negli spazi parrocchiali dell'Albero Parlante. Tre settimane intense, dalle quali è emersa una grande partecipazione della comunità. Facendo un inventario di quanto rimaneva nell'ex asilo, ci siamo resi conto di un grande lascito in termini di libri. Da lì è partita l'idea di dare vita a una piccola biblioteca». Le donazioni di volumi - per l'infanzia, per i ragazzi, ma anche per gli adulti - si sono moltiplicate e così in poco tempo si è arrivati a mettere insieme oltre 1500 libri. La parrocchia ha messo a disposizione gli spazi e dieci famiglie di volontari contribuiscono, con il loro tempo, a tenerli vivi: il centro è aperto ogni mercoledì dalle 16 alle 18 e ogni sabato dalle 10 alle 12. «L'intenzione è quella di aprirci alle associazioni del territorio, offrendo ospitalità in cambio di presenza – continua la volontaria -. La nostra idea è quella di mantenere vivo il più possibile lo spazio aggregativo. Una volta la settimana, la scuola elementare di Carignano viene per dei laboratori di lettura, inoltre abbiamo attivato un corso d'inglese e un corso di fotografia. Speriamo che questo luogo possa continuare ad essere un punto di riferimento per le famiglie con bimbi piccoli di tutto il quartiere, e non solo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal