Sei in Archivio bozze

Serie A

Solo un punto per il Parma

10 dicembre 2018, 06:01

Solo un punto per il Parma

PAOLO GROSSI

E' un punto, quello racimolato ieri dai crociati contro la cenerentola Chievo, da mettere via con il detto popolare «piuttosto che niente è meglio piuttosto». Visto che il Parma era finito inopinatamente in svantaggio, e che non brilla quando deve rimontare, il pareggio non è da buttare. Anche se il finale con l'uomo in più poteva legittimare il bottino pieno, solo sfiorato sulle conclusioni di Inglese e Gagliolo. La gara è stata, come si suol dire, assai maschia: Di Carlo è pragmatico e sa che solo così il Chievo può stare all'altezza delle altre in questo campionato. Il Parma ha retto l'urto, commesso errori, sì, ma anche pazientato il giusto.

BATTAGLIA

D'Aversa aveva rispolverato Di Gaudio come vice-Gervinho, lasciando ancora fuori Stulac. Al posto di Grassi, Rigoni, come da manuale delle cose semplici. Di Carlo fa spazio a Obi in mezzo e Stepinski in avanti, preferendoli a Giaccherini e Meggiorini. Insomma, i diminutivi non fanno per lui... Il Chievo gioca con il rombo a centrocampo, Radovanovic basso e Birsa trequartista, con compiti aggiunti di marcatura su Scozzarella.

Per oltre venti minuti la partita è pura battaglia fisica e tattica. Squadre corte, agonismo al gogò, botte di qua e di là. Poi il Parma prova le costole a Sorrentino prima con Biabiany, secco rasoterra dal limite respinto di piede dal portiere, poi con Barillà che, subito dopo essersi lamentato per un fallo da rigore non concesso su di lui, detta a Scozzarella uno splendido drop in area, trasformato in un bel diagonale, deviato però d'istinto da Sorrentino.

Il Chievo ha qualche buona chance con Pellissier e Stepinski, Biabiany getta alle ortiche un contropiede promettente e il resto sono cartellini gialli: tre per il Parma, due per gli ospiti, e qualche altro che l'arbitro ha lasciato in tasca.

BOTTA E RISPOSTA

La ripresa inizia con il gol del Chievo: il Parma esce male dalla sua area e su un pallone rimesso in mezzo Pellissier è bravo a eludere Iacoponi calciando in diagonale verso il palo lontano, quello alla sinistra di Sepe, dove arriva solo soletto Stepinski e insacca. Il silent check con gli addetti alla Var conferma che il gol è buono. Il Parma però ha la forza di reagire subito: Di Gaudio prende un fallo a quasi 25 metri dalla porta, della punizione si incarica Bruno Alves che, dopo una rincorsa alla Cr7, confeziona una parabola stupenda, con palla che si alza molto sopra la barriera, poi gira e si abbassa di precisione sotto l'incrocio dei pali. Gran gol. Pellissier di testa manca la portal e poco dopo fa lo stesso Di Gaudio su cross di Iacoponi. Al 26' si fa male Alves che deve uscire. D'Aversa che aveva già cambiato gli esterni d'attacco manda dentro Gazzola e sposta Iacoponi al centro, ma esaurisce le sostituzioni. Intanto Di Carlo inserisce Giaccherini. Il Parma va in contropiede, Sprocati finisce a terra a contatto con Depaoli: per l'arbitro è giallo e quindi rosso per il difensore che era già ammonito. Di Carlo corre ai ripari, fuori Birsa dentro lo statuario Cesar. Il Parma a questo punto sente l'odore del sangue e azzanna l'avversario sempre più rintanato: servito da Gazzola, Inglese si destreggia in area ma centra un clamoroso palo. Poi proprio alla fine arriva una palla buona a Gagliolo, ma il suo sinistro è fuori bersaglio.

FIDUCIA

Il risultato ovviamente non soddisfa, ma la prova è stata, se non lucida, almeno generosa. Abbiamo rivisto un gol su punizione che in A ci mancava dal gennaio 2015 (Lodi contro il Verona). Questo Parma mantenendo l'attuale «garra» può certamente salvarsi, poi ieri sono emersi alcuni limiti che fanno capire come quello possa e debba restare l'unico obiettivo stagionale.

LE PAGELLE DI PAOLO GROSSI

IL MIGLIORE

BASTONI 6,5

Un'altra ottima prestazione, per una volta senza discussi giochi di mano. E' sempre più autoritario a dispetto della giovane età e anche in un contesto battagliero come quello di ieri se l'è cavata alla grande.

SEPE 5,5

Incolpevole sul gol ma se Pellissier avesse segnato di testa sull1-1... si fa anche intercettare un disimpegno da Stepinski. Insomma, un po' svagato.

IACOPONI 5,5

E' andato spesso in difficoltà contro Pellissier. Scarso il suo contributo alla fase offensiva. E' sembrato cavarsela meglio quando ha fatto il centrale.

BRUNO ALVES 6,5

Splendida punizione, prima tanta lotta e qualche botta data e presa. Poi si fa male e a questo punto speriamo sia cosa da poco, altrimenti non resta che un pellegrinaggio...

GAZZOLA 6,5

Entra nel finale e appoggia con molto costrutto il gioco d'attacco.

GAGLIOLO 6

Prova di spessore, ricca di generosità. peccato per alcuni tocchi approssimativi, tra cui quello sull'ultima palla della partita che poteva regalare il 2-1.

RIGONI 5,5

Pronti via ha fatto un inutile fallo da ammonizione sull'ex compagno Pellissier, poi si è un po' perso nelle paludi del centrocampo, emergendo di tanto in tanto nel concitato finale.

SCOZZARELLA 6,5

Una partita di grande intelligenza. Ha eluso le schermature di Birsa, ha pennellato un grande assist per Barillà, ha aiutato la fase difensiva. Nei corner ha cercato parabole tese dentro il «castello» costruito da Di Carlo con gli uomini a zona nell'area piccola (uniche marcature a uomo per Alves e Inglese) ma senza risultati.

BARILLÁ 6

Rispetto alle prime giornate di campionato appare meno brillante, pur confermandosi assai prezioso. peccato per l'occasione ghiotta che si è fatto respingere da Sorrentino nel primo tempo: avrebbe cambiato la storia della partita.

BIABIANY 5,5

Per correre ha corso, e anche tanto, ma quando ha tirato ha centrato il portiere e quando è scappato in contropiede ha buttato in mezzo un pallone a occhi chiusi che grida vendetta. Insomma, gli manca la freddezza.

SILIGARDI 6

Il suo ritorno in campo, dieci giorni dopo l'ultimo acciacco, è una bella notizia. Si è dato da fare, accentrandosi e cercando assist e conclusioni.

INGLESE 5,5

Ieri è sembrato meno pimpante del solito sul piano fisico e ha fatto fare bella figura ai centrali avversari, che avrebbe finalmente castigato senza quel palo malefico nel finale. Generoso, pronto a giocare con i compagni, ma da qui in avanti dovrà trovare più tempo e spazio per cercare il gol in prima persona.

DIGAUDIO 6

La punizione del gol è arrivata per un fallo su di lui, che poi, prima di uscire, ha sfiorato il gol di testa. Da tempo non giocava e ieri aveva tanta voglia: i suoi spunti hanno creato scompiglio anche se, come quasi sempre, gli difetta la concretezza.

SPROCATI 6

Finora D'Aversa gli aveva regalato solo 12 minuti a Napoli, ieri l'ha buttato dentro in una situazione ben diversa e lui, pur con qualche approssimazione in alcune fasi, ha fatto espellere Depaoli regalando al Parma 20 minuti con l'uomo in più.

All.D'AVERSA 6

Al momento di sostituire Grassi e Gervinho fa scelte logiche. Bene anche Scozzarella che ripaga la fiducia con prove consistenti. La squadra è sempre sul pezzo ma la scelta di giocare in difesa con quattro centrali, pur dando grande solidità e attrezzando la squadra per ogni confronto sul piano fisico, ha un prezzo da pagare sul piano della manovra e delle sue varianti. Iacoponi e Gagliolo attaccano poco e con piedi ruvidi. E se gli esterni hanno poco feeling con il gol e gli interni arrivano là davanti sfiatati, segnare non è semplice: su corner col Milan, su punizione ieri. Con calma, ma c'è da lavorarci.

CHIEVO

SORRENTINO 6,5

DEPAOLI 5

BANI 6,5

BARBA 6,5

CACCIATORE 6

HETEMAJ 5,5

GIACCHERINI SV

RADOVANOVIC 6

OBI 5,5

BIRSA 5,5

CESAR 6

PELLISSIER 6

MEGGIORINI 5,5

STEPINSKI 6,5

ALL.DICARLO 6,5

ARBITRO

LAPENNA 6

Le rudezze iniziali sembravano mettere la gara su una brutta china. Lui ha sventolato un po' di cartellini, qualcuno l'ha dimenticato e non sempre è stato preciso. Però la partita l'ha portata in fondo senza comprometterla.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal