Sei in Archivio bozze

Colorno

Padovani si candida a sindaco: «Voglio scuotere il paese»

12 dicembre 2018, 06:00

Padovani si candida a sindaco: «Voglio scuotere il paese»

CRISTIAN CALESTANI

COLORNO «Mi rendo disponibile per una possibile candidatura a sindaco di Colorno».

Alberto Padovani, presidente uscente di Italia Nostra, fa il primo passo. Smuove le acque politiche colornesi dopo la fusione con Torrile e si candida al ruolo di primo cittadino in vista delle elezioni di primavera.

«Ora servirà una lista, che ancora non c'è – spiega - ma posso dire che proporrò una lista civile, prima ancora che civica, che punti a riappropriarsi dei diritti e dei doveri di cittadinanza. Sarà una lista che nascerà senza agganci con i partiti e mossa dalla volontà di confrontarsi con tutti, tranne che con gli estremisti di destra e di sinistra e con chi si dichiara razzista o comunque veicola messaggi di discriminazione razziale».

Padovani ha chiari alcuni capisaldi della sua idea di amministrazione. «Il dialogo in paese dovrà esserci con tutti. In questi anni, invece, è mancato su tanti temi. Penso al settore della cultura e al modo in cui l'amministrazione comunale ha gestito la vicenda Aranciaia con una durezza inusitata per un settore che non ha bisogno di certi toni e modalità».

Padovani parla poi della volontà di «credere in quello che Colorno può esprimere come comunità facendo emergere anche la collaborazione con le amministrazioni a noi vicine come Torrile e Parma. Occorre creare sinergie, senza dover pensare subito a delle fusioni. In questi anni, e soprattutto nel secondo mandato della sindaca uscente Michela Canova, Colorno si è seduta. Credo che si debba risvegliare il paese, scuoterlo».

Padovani propone così un check up dei servizi, delle politiche giovanili, dell'anagrafe e della polizia municipale.

«Alcuni settori vanno sottoposti a serie verifiche per valutare se è possibile migliorare. Ad esempio il parcheggio selvaggio della domenica in piazza, davanti alla Reggia, è certamente frutto di inciviltà, ma anche dimostrazione che qualcosa non funziona al meglio nei controlli».

Nel gioco degli accordi difficile che Padovani faccia un passo indietro: «Lo farei solo se si ricandidasse l'ex sindaco Gelati perché lo considero il miglior politico di Colorno».

CHI È

ALBERTO PADOVANI è nato a Colorno l'8 maggio del 1970. Diplomato in ragioneria e laureato in pedagogia, attualmente svolge l'attività di educatore professionale per la cooperativa Proges e l'incarico di bibliotecario per il comune di Fontevivo. Nelle file del centrosinistra, è stato consigliere comunale dal ‘99 al 2004 con sindaco Sabrina Fornia ed assessore alla Cultura ed al Turismo dal 2004 al 2009 con sindaco Stefano Gelati. Poi dal 2009 al 2018 è stato presidente di Italia Nostra Colorno Bassa Est.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal