Sei in Archivio bozze

BASEBALL

Tokyo 2020: il girone europeo punta su Parma (e Bologna)

12 dicembre 2018, 06:00

Tokyo 2020: il girone europeo punta su Parma (e Bologna)

Gianluigi Calestani

Parma e lo stadio intitolato alla memoria di Nino Cavalli potrebbero presto trasformarsi nel centro del baseball europeo. La World Baseball and Softball Confederation, massimo organismo mondiale presieduto dall'italiano Riccardo Fraccari, ha infatti chiesto a Parma baseball e Fortitudo Bologna la disponibilità per l'organizzazione del girone europeo-africano di qualificazione ai giochi olimpici di Tokyo 2020.

Il torneo è in calendario dal 18 al 23 settembre 2019 e qualificherà direttamente la vincitrice alla prossima edizione delle Olimpiadi: alla manifestazione prenderanno parte le prime cinque classificate dei prossimi campionati europei e la rappresentante del continente africano, con tutta probabilità il Sudafrica.

«La federazione mondiale ha chiesto la disponibiltà a noi e al Bologna – spiega Massimo Fochi, responsabile del progetto per il Parma baseball -. Dopo una serie di contatti preliminari si è svolta lo scorso 6 dicembre una riunione nella quale è stata confermata la nostra candidatura e nei giorni scorsi una delegazione della Commissione Impianti della WBSC ha effettuato una prima ispezione al Nino Cavalli e allo stadio Falchi di Bologna. Ora è tutto nelle mani della Federazione mondiale che ufficializzerà il nome delle città ospitanti nel corso del direttivo che si svolgerà a Roma il prossimo 20 gennaio».

La delegazione che ha visitato lo stadio Cavalli, composta dal Commissario Joan Gonzalez e dall'ingegner Emilio Sonnu, è rimasta favorevolmente colpita dallo stadio cittadino ma ha richiesto una serie di importanti interventi per adattare la struttura agli elevati standard richiesti dalla WBSC.

«Alla verifica era presente anche l'ingegner Monteverdi del Comune di Parma che ha preso atto delle richieste effettuate – precisa Fochi -. In particolare dovremo intervenire sull'impianto di illuminazione, sul tabellone segnapunti, sulle postazioni per stampa e televisione e sulle protezioni per i giocatori. Nel caso fossimo prescelti dovremo inoltre installare cronometri per conteggiare i 20 secondi tra un lancio e il successivo, provvedere alla ritinteggiatura di parti dell'impianto e alla manutenzione del campo nella zona degli esterni».

Federazione mondiale, Parma baseball e Bologna hanno già iniziato a definire alcune soluzioni per la logistica. «In caso di assegnazione dovremo costituire un Comitato organizzatore comune che si occupi della sicurezza, della comunicazione e dei trasferimenti – anticipa Fochi -. La soluzione ideale potrebbe essere quella di sistemare le rappresentative nazionali a metà strada tra Parma e Bologna rendendo più comodi gli spostamenti. Ogni squadra giocherà cinque partite in cinque giorni in un girone all'italiana che promuoverà la vincente ai giochi olimpici: una gara di finale avrebbe più fascino ma la formula, vista l'elevatissima posta in gioco, finirà per premiare la squadra più continua nei cinque giorni di gara».

Fochi non nasconde di nutrire più di una speranza di arrivare alla fatidica assegnazione. «Parma e Bologna sono piazze che hanno già organizzato importanti eventi internazionali e che offrono infrastrutture di primo livello per il baseball continentale. Ci sarà da lavorare tantissimo ma mi auguro che il prossimo 20 gennaio gli appassionati della nostra città e dell'intero movimento nazionale possano festeggiare l'assegnazione di una manifestazione di primissimo livello».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal