Sei in Archivio bozze

COLLECCHIO

Cittadini infuriati contro i padroni dei cani indisciplinati

18 dicembre 2018, 06:00

Cittadini infuriati contro i padroni dei cani indisciplinati

GIAN CARLO ZANACCA

COLLECCHIO Proprietari dei cani indisciplinati: residenti e commercianti chiedono un giro di vite con l’applicazione di sanzioni severe per chi abbandona deiezioni e non segue il regolamento del Comune non solo negli spazi pubblici ma anche nell’area cani di via Berlinguer.

Negli ultimi anni il numero di cani a Collecchio è aumentato e con esso il malcontento di chi vede imbrattati marciapiedi e aiuole. In tempi recenti sono comparsi addirittura dei cartelli fatti da residenti in cui si invitano i proprietari dei cani a non farli urinare vicino all’ingresso di abitazioni o negozi.

Il malcostume, però, non accenna a diminuire e, in diversi quartieri, a partire dal centro storico si sentono lamentele.

Le sanzioni per chi abbandona deiezioni in aree pubbliche possono variare da un minimo di 50 euro ad un massimo di 500 ma la loro applicazione è difficile dal momento che bisogna cogliere i responsabili sul fatto e ci vorrebbe un vigile o una guardia ecologica in ogni strada.

Il fenomeno degli abbandoni delle deiezioni interessa non solo gli spazi pubblici ma anche l’area cani di via Berlinguer che confina con alcune abitazioni dove i residenti sono sul piede di guerra e lamentano l’inciviltà di chi fa uso dell’area stessa.

«Chi frequenta l’area cani – spiega una donna – è spesso incurante del rispetto delle regole: il cancello di accesso viene spesso lasciato aperto, alcuni non raccolgono le deiezioni, per questo ci vorrebbero maggiori controlli».

Qualche mese fa l’assessorato all’ambiente, guidato da Michela Zanetti, aveva chiuso l’area per qualche giorno per provvedere alla pulizia.

Patrizia Caselli, consigliera di minoranza, propone l’installazione di una telecamera nella zona dell’area cani e suggerisce, in modo ironico, la creazione di gruppi di controllo di vicinato che vigilino sull’abbandono delle deiezioni animali. «Anche io ho un cane – spiega una commerciante del centro – basterebbe che le persone seguissero il buon senso e le regole, ma, a fronte del persistere di questa situazione, bisogna passare all’applicazione delle sanzioni».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal