Sei in Archivio bozze

CARABINIERI

Il cittadino eroe che ha aiutato i militari a bloccare il pusher violento

18 gennaio 2019, 06:01

Il cittadino eroe che ha aiutato i militari a bloccare il pusher violento

«Sì, lo scriva pure il mio nome. Qua, se il cittadino non inizia ad esporsi, le cose non cambieranno mai».

Il nome, allora: Luca Puddu e già senti aria di Sardegna, anche se lui allega la postilla: «Mi sento un cittadino parmigiano adottato». E' proprio Puddu il passante che ha aiutato i carabinieri ad arrestare il pusher scatenato.

«Mi trovavo in via XX Settembre per un appuntamento con un fornitore. Sento le sirene, vedo questo che corre. Quando i carabinieri lo raggiungono reagisce con calci e pugni, di tutto. Un animale: muscolosissimo, agilissimo. Mi sono fatto avanti: “ditemi se avete bisogno di aiuto”. Gli ho bloccato la testa, ho fatto una leva e non poteva più muoversi». Pratica arti marziali? «E' difesa personale», minimizza Puddu che non si atteggia a fare l'eroe ma un paio di cose tiene a precisarle: «Ci saranno state almeno dieci persone e nessuno è intervenuto: si guardavano lo spettacolo. Siamo tutti bravi a giudicare ma quando si tratta di intervenire... Quei due carabinieri hanno fatto tutto quello che potevano. La cosa più grave è che con le leggi che ci sono non possono difendersi, non possono lavorare. Gli poteva anche staccare un orecchio con un morso. E non parlatemi di razzismo: non c'entra proprio nulla».

l.f.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal