Sei in Archivio bozze

Cinema

Incassi in calo, ma Parma è 11ª in Italia

21 gennaio 2019, 06:00

Incassi in calo, ma Parma è 11ª in Italia

FILIBERTO MOLOSSI

La flessione continua, anche se è più contenuta: a Parma nel 2018 i cinema hanno perso per strada oltre 52mila spettatori. Negli ultimi tre anni, dopo che nel 2015 venne superato il milione di biglietti strappati, a fuggire dalle sale sono stati in più di 200mila. Non pochi. Ci sono motivi però per vedere comunque il bicchiere mezzo pieno: la nostra città - che può contare su 22 schermi (19 divisi nelle due multisale targate The Space e tre storici cinema d'essai) conferma l'11° posto in Italia nella classifica delle città dove si va più al cinema. A un passo dalla top ten, dove è stata per lungo tempo, e terza in regione: se ovviamente Bologna fa numeri (e incassi) maggiori, la capitale della cultura 2020 deve però lasciare il passo anche a Modena, decima nella classifica guidata da Roma davanti a Milano, Torino, Firenze, Napoli e, appunto Bologna. Settima è Genova, ottava Palermo e nona la prima tra le città di provincia, Brescia.

Resta però una certa preoccupazione per un bilancio che continua a essere in deficit: circa 466.000 gli euro che mancano all'appello in cassa da un anno all'altro, dopo il tonfo del 2017, quando i cinema a Parma rispetto all'anno precedente contarono addirittura un milione in meno. In un 2018 che ha decretato il successo contagioso di Netflix, della ormai da tempo conclamata «serie mania» e dei film «consumati» su qualsiasi supporto (dal pc, all'ipad fino allo smartphone) tramite abbonamento a pay per view o servizio di streaming, le sale hanno faticato: colpa certamente anche della qualità dei film - non sempre e soprattutto non in tutti i periodi dell'anno - all'altezza. E, forse (anche se le sale mono schermo sono decisamente economiche) , anche i prezzi (un film visto in un giorno feriale in multisala costa più di un mese di abbonamento su Netflix) giocano il loro ruolo nella scelta di una fruizione del cinema diversa da quella tradizionale.

Ma quali sono i film più visti a Parma dell'anno scorso? Stando ai dati Cinetel i supereroi battono i Queen: infatti gli «Avengers» sfondano il muro dei 200mila euro di incasso, lasciando solo la piazza d'onore a «Bohemian Rhapsody», il film più visto in Italia. La pellicola targata Marvel è l'unica a superare quota 20.000 spettatori (ne ha fatti più di 26mila), mentre solo i primi sei della graduatoria sono stati visti da più di 15mila parmigiani. Sul podio anche l'ultimo capitolo di «50 sfumature». Ben tre i cartoni nella top ten («Gli incredibili 2». «Hotel Transylvania 3» e «Coco») qualche interessante differenza con la classifica nazionale: notevole ad esempio il successo parmigiano di «A star is born» che si piazza al 7° posto tra i più visti a Parma del 2018, mentre non figura nella top ten italiana. Merito della voce di Lady Gaga. E di un Bradley Cooper che (non solo come regista...) ha fatto innamorare schiere di signore e signorine...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal