Sei in Archivio bozze

sicurezza

Un semaforo sulla Massese dove perse la vita Filippo

28 gennaio 2019, 06:02

Un semaforo sulla Massese dove  perse la vita Filippo

ENRICO GOTTI

TORRECHIARA Verrà installato fra Torrechiara e Cascinapiano un semaforo a chiamata, per attraversare la strada Massese.

Sarà posizionato nel tratto dove nel gennaio di due anni fa fu investito da un’auto il diciassettenne Filippo Ricotti, mentre camminava per raggiungere la fermata dell’autobus che lo avrebbe portato al liceo Bertolucci a Parma. La conferma arriva dal neo presidente della Provincia di Parma, Diego Rossi.

«I lavori sono in corso, il semaforo a chiamata verrà installato nelle prossime settimane. La provincia ha investito 200mila euro per migliorare la sicurezza sulla strada Massese, non solo sul semaforo, ma nell’intervento complessivo».

Su strada Cascinapiano, al bivio con strada della Casetta, è stato costruito anche un marciapiede, dove prima c’era solo una banchina sterrata. Sulla strada Massese vicino al bivio per Casatico, le auto sfrecciano: da una parte, per chi proviene da Parma, c’è il cartello dei 50 chilometri orari, dall’altra, per chi viene da Langhirano il limite è di 70 chilometri orari. Ma i mezzi (20mila ogni giorno) vanno a velocità molto superiori, e non sono rari i sorpassi azzardati, nonostante la linea continua e la visibilità ridotta nella semicurva.

I residenti hanno avanzano numerose richieste, fra cui quella del semaforo, del marciapiede, dell’illuminazione, visto che di inverno il buio era totale, per chi doveva prendere la corriera alla mattina per andare a scuola.

Nel 2017, dopo l’incidente, il Comune di Langhirano, ha installato nuovi lampioni a led in questo tratto di strada. La provincia di Parma, che ha la competenza sulla strada Massese, nelle scorse settimane ha realizzato il marciapiede, protetto da ringhiere. «Nell’attraversamento pedonale con semaforo a chiamata – spiega il presidente della Provincia Diego Rossi – ci sarà una nuova illuminazione, per segnalare alle auto le strisce».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal