Sei in Archivio bozze

Traversetolo

Ladri al bar Aurora: il parroco li mette in fuga

11 febbraio 2019, 06:01

Ladri al bar Aurora: il parroco li mette in fuga

Bianca Maria Sarti

Puntavano alle banconote ma, sorpresi dal parroco, don Giancarlo Reverberi, sono fuggiti con pochi spiccioli. Nei giorni scorsi i ladri hanno preso di mira il bar Aurora, in piazza del Municipio. Data la posizione centrale dell'esercizio, i malviventi hanno scelto di passare dal retro, ovvero di attraversare il campetto parrocchiale e forzare la finestra del bagno. Il furto è avvenuto intorno all’una e mezza nella notte tra domenica e lunedì scorso ma, forse anche per l’esito pressoché fallimentare, la notizia è trapelata solo ora. «Alla fine non sono riusciti nell’intento – racconta Antonella Ferrari, che gestisce il bar Aurora –. Infatti, hanno portato via in tutto solo una cinquantina di euro». L’obiettivo erano le slot e in particolare il cambiamonete, che nonostante diversi tentativi i ladri non sono riusciti a forzare. Intorno all’una e mezza due o forse tre persone dal volto coperto, con cappellino e cappuccio, sono entrati nel campetto parrocchiale superando il cancello che dà su via Petrarca.

Le videocamere della parrocchia hanno ripreso il passaggio nel campetto. «Hanno puntato alla finestrella del bagno – spiega Antonella –. Hanno divelto in parte le inferriate per creare un passaggio, piuttosto stretto. Poi si sono introdotti nel bar. Le slot machine e la macchina cambiamonete sono tutte chiuse e legate tra loro con lucchetti. Quindi prima hanno tentato di forzarle, in particolare il cambiamonete. Poi, non riuscendo, sono passati dietro al bancone e hanno messo sottosopra tutto nel tentativo di cercare le chiavi dei lucchetti. Alla fine, dal momento che non riuscivano a trovare le chiavi, hanno tagliato la catena che legava le macchinette per portare via il cambiamonete e cercare di forzarlo con calma altrove». Nel tentativo di portare fuori il cambiamonete dalla piccola apertura della finestra del bagno, qualcosa è andato storto. «Devono aver fatto confusione, - ipotizza la barista –. Probabilmente, la macchina è caduta: infatti abbiamo trovato una piastrella rotta. La confusione deve aver svegliato il parroco che si è affacciato e ha messo in fuga i ladri».

Il sacerdote, infatti, vive all’ultimo piano dello stesso edificio in cui si trovano, l’oratorio, il bar, la canonica e il teatro. «Dopo l’intervento del parroco, sono subito scappati – racconta Antonella –. Alla fine hanno trovato solo 20 euro nella cassa e sono riusciti a prendere 36 euro dal cambiamonete, probabilmente caduti nei vari spostamenti della macchina. Il parroco ci ha avvisati e abbiamo atteso insieme l’arrivo dei carabinieri».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal