Sei in Archivio bozze

DONNE

Quando lei guadagna di più la coppia scoppia

11 febbraio 2019, 06:00

Quando lei guadagna di più la coppia scoppia

Monica Rossi

Pare sia un problema nuovo - e tra i più destabilizzanti - delle coppie moderne. Ma pare anche che la radice del malessere vada ricercata altrove, e cioè nell'incapacità di trovare o ristabilire l'equilibro di coppia. Secondo fior fior di ricerche (come la «Booth School of Business» dell'Università di Chicago, ad esempio, o il «Journal of Personality and Social Psychology»), quando la moglie guadagna di più del marito sarebbero maggiori le tensioni di coppia e nell'uomo scatterebbero sensi di inadeguatezza e frustrazione, aumentando addirittura del 50% le probabilità di divorzio. Secondo un'altra ricerca, invece, la faccenda andrebbe letta diversamente: per l'Università del Connecticut, la cui ricerca è stata presentata poi dall'«American Sociological Association», quando guadagna più del proprio partner, la donna è felice. lo è anche l'uomo, ben contento di avere una compagna che assicura entrate consistenti e rimpolpa così il budget famigliare. A firmare la ricerca è Christin Munsch, sociologa dell'ateneo.

Chi ha ragione? Per Maria Zirilli, psicoanalista di Parma, «il problema non è il denaro. Anzi. Il problema va piuttosto ricercato nei mutati equilibri di coppia. Eravamo abituati alla donna solo casalinga o solo mamma e casalinga. Oggi, tra lavoro e carriera, le donne sono più consapevoli delle proprie necessità e dei propri bisogni. Quando questi però si sovrappongono a quelli del compagno e non si è capaci di mediare, di rinunciare a qualcosa per fare spazio al proprio “altro”, allora sì che iniziano i guai». La scintilla della discordia insomma prenderebbe il «la» quando non si è capaci (o non si ha voglia) di «trovare un modello di vita condiviso e funzionale alla vita di entrambi», aggiunge Zirilli. Allora perché le ricerche ne parlano come se fosse una questione di denaro? Secondo alcuni, sarebbe il capovolgimento del modello antropologico a creare scompiglio.

All'uomo abituato a portare a casa la «pagnotta», si affianca la donna che magari non solo è in grado di portarla a casa tanto quanto l'uomo, ma magari è una pagnotta più grande. «Quanto la donna sia in grado di portare a casa, non c'entra. C'entra invece la capacità di far sì che il rapporto sia sempre arricchente ed equilibrato e non un “furto reciproco” di ruoli e competenze». «Furto» che porta a uno svilimento dell'altro se si impongono le proprie idee proprio perché si ha più peso economico: cosa comprare, dove vivere o andare in vacanza, dove mandare i figli a scuola.

«Se il rapporto non era facile prima, oggi lo è ancora di meno: ai giovani adulti manca infatti la capacità di percepire l'altro - spiega Zirilli -. Nella nostra cultura domina infatti l'egotismo, cioè quell'estatica contemplazione di sé e delle proprie esigenze. Il fatto che la donna abbia ben presenti le proprie necessità e bisogni e li persegua è un bene, ma se tende a prevalere su quelle del compagno o se le ambizioni vengono inseguite non per il proprio piacere ma per superare il compagno, allora è facile che la coppia, prima o poi, vada a rotoli».

Quando una coppia scoppia e per assurdo alla donna viene rinfacciato d'aver anteposto la carriera, e dunque il guadagno, alle esigenze della famiglia, allora le ipotesi sono due: «O lui e lei hanno perso di vista il “patto” non scritto che li ha uniti fin dall'inizio, così come hanno perduto l'empatia e la ricerca di un bene comune, o semplicemente lui non ama lei. Magari non l'ha mai veramente amata. Oppure non l'ama più», aggiunge Zirilli. Che aggiunge: «I soldi non dividono. Anzi, aiutano. Le divisioni nascono piuttosto dall'incapacità di comprendersi e di condividere le responsabilità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal