Sei in Archivio bozze

INNOVAZIONE

Gadda, scuole in rete grazie a Turbocoating

12 febbraio 2019, 06:00

Gadda, scuole in rete grazie a Turbocoating

VALENTINO STRASER

Un progetto che per la prima volta vede due scuole superiori, appartenenti a regioni diverse, messi «in rete» con la partnership dell'azienda Turbocoating Spa. L'iniziativa consentirà agli studenti dell'Istituto Gadda di Fornovo e dell'Itts «E.Scalfaro» di Catanzaro di portare avanti, contemporaneamente, una innovativa esperienza di alternanza scuola-lavoro (Asl). In particolare, gli alunni dei due istituti lavoreranno alla progettazione e realizzazione di una postazione esterna a una macchina produttiva, automatizzandola allo scopo di ottimizzare il processo, attraverso l'integrazione di competenze informatiche, meccaniche ed elettroniche.

La presentazione del progetto si è svolta ieri a Catanzaro a cura di Milena Piterà, responsabile risorse umane di Turbocoating, con il dirigente scolastico Vito Sanzo e il referente Antonio Dardano, Antonia Abramo di Confindustria di Catanzaro e, in collegamento via Skype, il dirigente scolastico del «Gadda» Margherita Rabaglia, il referente Asl Rossano Guarnieri e Linda Antolotti, titolare di Turbocoating.

Si tratta di una nuova metodologia – ha spiegato Piterà – che trasforma il concetto di alternanza scuola-lavoro e consente di avvicinare i due mondi della scuola e dell'azienda, per creare sinergie coerenti con il mondo reale delle imprese. Il progetto è calato nella realtà tecnica e aziendale per offrire agli studenti l'occasione di una esperienza reale e non solo formativa. «Il legame con il territorio è fondamentale – ha ribadito Linda Antolotti – e per questa ragione incentiviamo la formazione dei giovani per fare in modo che acquisiscano maggiori competenze per poter restare sul territorio, sviluppandolo e creando nuovi stimoli. In questo modo l'azienda può vivere ed espandersi solo se ha intorno un territorio fatto di persone che, con le loro competenze e conoscenze, riescono a estendere nuovi orizzonti non solo tecnologici».

«Un modo – ha proseguito Antonio Dardano – per permettere di ridurre il gap fra il mondo della scuola e le esigenze dell'azienda, due realtà che a volte risultano molto distanti». «È una importante sfida per il futuro – evidenzia Rossano Guarnieri –, dove la scuola assume il ruolo di lievito culturale, capace anche di far sognare i ragazzi a occhi aperti». «Questa nuova modalità operativa e innovativa coniuga le esperienze di scuola-lavoro con l'utilizzo consapevole della rete, per unire gli studenti di due regioni logisticamente lontane», ha aggiunto la Rabaglia.

Il progetto di messa in rete dei due istituti con l'azienda partner che li supporta sperimenta un nuovo concetto di alternanza scuola-lavoro, per far sì che i ragazzi acquisiscano competenze immediatamente spendibili nel mercato del lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal