Sei in Archivio bozze

A Mamiano e Bannone

Tre furti in appartamento in poche ore

12 febbraio 2019, 06:00

Tre furti in appartamento in poche ore

BIANCA MARIA SARTI

TRAVERSETOLO Topi d'appartamento in azione nel territorio di Traversetolo.

Sono già tre (in tre giorni) gli appartamenti devastati dai ladri nelle frazioni, a Bannone e a Mamiano.

Si tratta di furti in condominio: i ladri puntavano soprattutto all'oro e in un caso sono fuggiti a mani vuote, ma sempre lasciando dietro di sé il caos, i danni, la paura e il senso di impotenza delle vittime. Il primo episodio si è verificato a Bannone venerdì sera intorno all'ora di cena.

A raccontarlo è Lorenzo, ventenne che vive con i genitori al primo piano di un condominio che si trova nel centro storico della frazione.

Nella stessa sera i ladri hanno colpito due appartamenti, al piano terra e al primo piano.

«I miei genitori solitamente sono a casa, ma venerdì erano via – racconta Lorenzo – io ho chiuso tutto e sono uscito nel pomeriggio per il mio solito allenamento e poi sono andato direttamente a lavorare; sono rientrato alle due di notte. Quando ho aperto la porta ho pensato a uno scherzo: tutte le finestre erano aperte, si congelava dal freddo. Poi, vedendo il caos ho capito cosa era successo. A quel punto mi sono ricordato che il mio vicino aveva provato a chiamarmi mentre ero a lavoro, quindi gli ho scritto un messaggio e mi ha risposto che erano stati anche da lui».

I ladri erano entrati nei due appartamenti intorno all'ora di cena passando per i campi che si trovano sul retro del condominio.

«Ci sono le impronte sul balcone – spiega Lorenzo – hanno provato ad entrare dal balcone del salotto ma la tapparella era troppo pesante, quindi sono passati al balcone della camera. Hanno sollevato la tapparella e forzato la finestra con un piede di porco. Una volta entrati hanno messo le mani ovunque: hanno spostato i quadri e aperto tutti i mobili buttando a terra il contenuto, anche la biancheria intima. Hanno ignorato la tecnologia e hanno preso l'oro: qualche gioiello e la fede di mio padre».

Il vicino di casa aveva subito lo stesso trattamento e i due, insieme hanno aspettato l'arrivo dei Carabinieri. «Per la prima volta nella mia vita ho sentito una paura da accapponare la pelle – dice Lorenzo – ora ho paura a rientrare a casa mia».

Il secondo colpo è più recente: è avvenuto domenica sera e a raccontarlo è Giuliana, che vive con il figlio nel condominio che si trova nel cuore del centro storico di Mamiano.

«Mio figlio è rientrato alle dieci di sera e ha sentito chiaramente i ladri scappare – racconta Giuliana – ha avuto il sangue freddo di suonare subito il campanello dei vicini per richiamare l'attenzione e non rischiare di affrontarli da solo».

I ladri hanno scavalcato il muro e si sono introdotti nell'appartamento al primo piano.

«Penso che siano stati agevolati nello scavalcare la recinzione dalla presenza della roulotte di un vicino su cui abbiamo trovato delle impronte - continua Giuliana - La casa era completamente devastata, tutto era a soqquadro ma non hanno preso niente. Infatti non teniamo più nulla in casa. Quando ancora non abitavo qui avevo subito un tentato furto e anche qualche tempo fa, rientrando in casa a Mamiano, avevo visto una persona scavalcare un cancello di notte. C'è un gran bisogno di sicurezza. Oltre al danno materiale, infatti, resta quello psicologico dello shock di chi vede casa propria violata. Abbiamo fatto denuncia ma vorremmo le forze dell'ordine più presenti e punizioni più severe per questi reati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal