Sei in Archivio bozze

COMUNE

Polizia municipale, comandante cercasi. Al via un bando

14 febbraio 2019, 06:01

Polizia municipale, comandante cercasi. Al via un bando

FRANCESCO BANDINI

Il Comune di Parma è alla ricerca di un nuovo comandante della polizia municipale. Ieri mattina la giunta ha approvato una delibera con cui stabilisce di indire un bando di mobilità esterna per individuare una figura che abbia già avuto responsabilità di comando in altre città e che sia disponibile a venire a prestare servizio a Parma. Il nuovo comandante prenderà il posto di Donatella Signifredi, comandante ad interim dalla fine del 2017, che quindi non sarà riconfermata.

Un ruolo, quello della Signifredi, che è sempre rimasto temporaneo, sebbene si sia prolungato per circa un anno e mezzo. Ora tale incarico arriverà alla propria naturale scadenza il prossimo 16 aprile e proprio in vista di ciò il Comune ha deciso di aprire una selezione per trovare un nuovo numero uno dei vigili urbani. Lo farà adottando la procedura della mobilità esterna, che prevede che possano candidarsi a tale posto coloro che già abbiano un analogo incarico in altri comandi di polizia municipale italiani e che chiedano il trasferimento da un'amministrazione comunale a un'altra.

Nel caso della nomina della Signifredi, la scelta del Comune era caduta su una dirigente interna che, pur non avendo precedenti specifici in un corpo di polizia municipale, era comunque in possesso dei titoli richiesti per sedere su quella poltrona. Stavolta le intenzioni della giunta Pizzarotti sono diverse: la volontà è infatti quella di avere alla centrale operativa di via Del Taglio un comandante di carriera, con alle spalle cioè una consolidata esperienza alla guida di un corpo di polizia municipale. A confermarlo è lo stesso assessore alla Sicurezza Cristiano Casa: «Come abbiamo sempre detto, il nostro obiettivo è quello di avere un comandante di carriera, che provenga possibilmente da un comando con dimensioni analoghe al comando di Parma e da una città capoluogo di dimensioni adeguate».

A questo punto, una volta pubblicato il bando e ricevute le candidature, partirà la selezione degli aspiranti comandanti che si saranno fatti avanti. «Nell'ambito dei colloqui che faremo – spiega ancora Casa – valuteremo se le intenzioni dei candidati saranno in linea con l'indirizzo politico dell'amministrazione. Quello che ci interessa particolarmente è avere una persona che possa dedicare grande attenzione all'organizzazione del corpo, in considerazione anche dell'attuale carenza di organico. Insomma – conclude –, un professionista in grado di ottimizzare le risorse esistenti, rendendo il corpo il più efficiente ed efficace possibile».

In Comune contano di arrivare al prossimo 16 aprile (giorno in cui la Signifredi lascerà l'incarico) con già il nome del successore. I tempi tecnici per poterlo fare – spiegano – ci sono. Mentre sul fronte dei costi che tale figura comporterebbe, sempre dal municipio si fa notare come i maggiori oneri sarebbero ampiamente compensati dai risparmi derivanti dai pensionamenti di alcuni dirigenti (si parla di almeno tre) che dovrebbero esserci da qui alla fine dell'anno. Quanto al futuro della Signifredi, una volta appesa al chiodo l'uniforme di comandante dei vigili, tornerà a fare la dirigente del settore Affari generali del Comune con l'incarico di vicesegretario generale, che già aveva in precedenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal