Sei in Archivio bozze

PERSONAGGIO

Luca Ariano, il poeta usciere del Municipio

19 febbraio 2019, 06:00

Luca Ariano, il poeta usciere del Municipio

Luca Molinari

Poeta e portiere. Luca Ariano ha 39 anni e da 14 si occupa - assieme ad altri colleghi della cooperativa di servizi Media Group 98 - del punto informazioni in Municipio e al Duc. Originario di Vigevano, vive a Parma da 20 anni, dove ha completato i suoi studi laureandosi in Beni culturali. Innamorato della poesia fin dall'adolescenza, ha pubblicato il suo primo libro in versi a 20 anni e da allora continua a coltivare questa sua grande passione. «E' un “amore” che mi ha trasmesso mia madre – confessa – mi leggeva le poesie fin da bambino e così ho iniziato ad apprezzarle da giovanissimo. Ho iniziato a scrivere le prime poesie a 14-15 anni e da allora non ho più smesso». Ariano ha pubblicato finora cinque libri di poesie oltre a scrivere recensioni e critiche su varie riviste. Ultimamente ha coordinato “L'antologia dei poeti di Parma” e lo scorso anno è stato ristampato il suo libro “Contratto a termine”, una raccolta di poesie su un tema attualissimo come il precariato lavorativo e umano. «Nessuno ormai vive di poesia – afferma senza giri di parole – così ho cercato da subito un lavoro che mi consentisse di sbarcare il lunario, ma soprattutto di continuare a coltivare la mia passione. Sono arrivato a Parma per motivi di studio e non me ne sono più andato. Ho fatto lo stagista per due anni al Parma poesia festival e quindi sono entrato in Media Group 98». Grazie al proprio lavoro Ariano è costantemente in contatto con tantissime persone. Non scrive di getto le proprie poesie, ma gira sempre con carta e penna in tasca per annotarsi le ispirazioni. «Trovo ispirazione nella quotidianità – spiega – mi si accumulano nella testa varie immagini che poi mi appunto. Di solito scrivo le poesie la sera o la mattina presto. Vivo la poesia come una passione, non come una ossessione. Sono molto soddisfatto di quanto ho scritto finora e non ho grandi sogni nel cassetto». Il poeta parmigiano preferito da Ariano è Pier Luigi Bacchini, che ha recentemente ricordato organizzando un riuscito convegno a Palazzo del Governatore. «Bacchini è il poeta parmigiano che amo maggiormente – dichiara – ma apprezzo molto anche le opere di Bertolucci e di altri autori parmigiani contemporanei come Emilio Zucchi». L'altra grande passione di Ariano, dopo la poesia, è il calcio. Grande tifoso juventino, è “famoso” tra chi frequenta il Municipio e il Duc per gli sfottò riservati ai tifosi delle altre squadre. Un'ironia pacata ed elegante, che riesce a strappare un sorriso a chiunque si affacci al bancone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal