Sei in Archivio bozze

Carabinieri

Trova un uomo sull'auto: era un ladro seriale, appena uscito dal carcere

21 febbraio 2019, 06:02

Trova un uomo sull'auto: era un ladro seriale, appena uscito dal carcere

LUCA PELAGATTI

Immaginate la sorpresa: tornate tranquillamente a riprendere la vostra macchina parcheggiata e vi trovate davanti un uomo che dopo aver rotto il vetro, sta frugando all'interno.

C'è da rimanere senza parole, paralizzati. Per fortuna la padrona dell'auto, nel caso che raccontiamo, non ha perso la freddezza e ha subito allertato il 112 che nel giro di pochi istanti ha mandato una pattuglia che ha bloccato il ladro.

Storia conclusa, quindi? Non del tutto. Perché se la vittima può essere rimasta sorpresa lo sono stati molto meno i carabinieri che quando hanno visto chi era il ladruncolo sono sbottati: «Ma come? Ancora tu? E non dovevi essere in prigione?». A riprova che quel tale è tutt'altro che un volto nuovo.

Il responsabile del furto sull'auto, regolarmente parcheggiata nelle strisce blu di via Palermo, è infatti un brasiliano 24enne che a comparire sulle pagine di cronaca è decisamente abituato.

In questo caso, come detto, il balordo aveva notato lunedì pomeriggio la Fiat 500 parcheggiata e deve aver pensato che ci fosse qualcosa a bordo che valeva la fatica. E impugnato un sasso ha spaccato il vetro e iniziato a frugare. Ma il tempestivo intervento degli uomini dell'Arma lo ha bloccato e gli ha regalato un arresto in flagranza con l'accusa di tentato furto aggravato.

Un arresto che, guarda caso, arriva circa un mese dopo un altro fermo, sempre del Radiomobile, dopo un altro tentativo di furto commesso, in quel caso, al centro commerciale Euroasia. Sarebbe molto ma non è abbastanza. Lo stesso brasiliano infatti era appena stato scarcerato dopo essere stato processato a settembre in seguito ad un movimentato episodio avvenuto ad agosto dello scorso anno. In quella circostanza il giovane brasiliano, senza fissa dimora e già noto alle forze dell'ordine, era stato bloccato non senza fatica dopo che due complici aveva cercato di fare sparire delle biciclette a Sorbolo usando una Fiat Punto rubata. Che era servita anche per una razzia al supermercato Conad Per bloccarlo, all'epoca, erano dovuti intervenire i carabinieri ma anche il sindaco di Sorbolo, Nicola Cesari che aveva fatto a sportellate con uno dei malviventi che è stato poi arrestato un mese dopo. I due complici, un giovane afano dai mille alias, e il brasiliano 24enne invece furono pizzicati subito e messi in carcere.

Ma non deve essere servito troppo come ammonimento se ancora l'altro ieri non ha saputo resistere alla tentazione di spaccare il vetro della 500 per rubare qualunque cosa di anche minimo valore.

Adesso, dopo la convalida del fermo è in via Burla. Ma la sua storia, facile prevederlo, è tutt'altro che conclusa.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal