Sei in Archivio bozze

IMPRESE

Made in Fidenza le luci della Tour Eiffel

23 febbraio 2019, 06:00

Made in Fidenza le luci della Tour Eiffel

Il talento di un’impresa con forti radici fidentine e la Tour Eiffel, uno dei monumenti più amati (e visitati) del mondo. C’è un rapporto tra queste due realtà? «C’è eccome e si chiama orgoglio borghigiano - ha spiegato il sindaco in visita alla azienda - dato che è made in Pfannenberg il sistema che colora il simbolo di Parigi, un insieme di 20mila luci flash installato da esperti alpinisti e che, grazie alla loro speciale struttura, resistono all’estate e all’inverno, ai temporali e alla grandine. Un sistema appositamente realizzato dal gruppo che, in Italia, ha sede a Fidenza, nel quartiere artigianale della Bionda».

«Un’impresa che è qui da noi dal 1999, con 50 dipendenti, il 40% dei quali fidentini, e nuovi investimenti che ne fanno un centro di riferimento a livello mondiale. Il lavoro altamente specializzato di questa squadra è scelto dai più grandi marchi dell’industria automobilistica e del food/beverage, dalla Fiat alla Barilla passando per Volkswagen alla Coca-Cola».

Massari ha presentato così la sua recente visita all’azienda che fa parte della Pfannenberg Gmbh, gruppo internazionale di casa madre tedesca, leader nella produzione di sistemi per la gestione termica di quadri elettrici e per il raffreddamento di fluidi industriali, oltre che per la segnalazione luminosa e acustica di sicurezza e che si articola in quattro siti produttivi: Fidenza, Amburgo (Germania), Lancaster (Stati Uniti) e Suzhou (Cina).

«Quanti fidentini sono stati a Parigi e hanno assistito meravigliati allo show luminoso che tutti i giorni colora per dieci minuti ogni ora la Torre Eiffel tra le 19 e mezzanotte? Tantissimi. Quanti sapevano che quel capolavoro è nato nella nostra città? Ecco, da cinque anni vado nelle aziende di Fidenza, perché desidero che tutti i fidentini possano essere orgogliosi di quello che viene realizzato nella nostra terra e che spesso fa il giro del mondo».

Nel corso della visita, accompagnato da Marcello Chiozza (direttore dello stabilimento di Fidenza), Annarita Amadei (direttrice commerciale Pfannenberg Italia) e Cinzia Buemi (direttrice finanziaria Pfannenberg Italia), il sindaco ha conosciuto nel dettaglio i prodotti del gruppo Pfannenberg realizzati a Fidenza, dove è stato creato un centro di eccellenza mondiale per lo sviluppo dei refrigeratori industriali. Sul ruolo leader dello stabilimento fidentino scommette anche la Germania, dato che a fine 2018 si è completato il trasferimento a Fidenza di nuove linee di produzione, dedicate a scambiatori di calore acqua/aria per il raffreddamento dei quadri elettrici.

Il che significa un futuro in espansione, anche dal punto di vista occupazionale. Marcello Chiozza, direttore dello stabilimento produttivo italiano del gruppo Pfannenberg Gmbh, ha spiegato che «l‘obiettivo per il 2019 è quello di incrementare significativamente il fatturato consolidato del 2018, pari a 10 milioni di euro. Ne scaturirà un effetto positivo sia sull’aumento dell’organico dello stabilimento di Fidenza che sull’indotto nella provincia di Parma. Una sfida questa molto importante per tutti noi, che abbiamo deciso di raccogliere con entusiasmo, sicuri delle nostre competenze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA