Sei in Archivio bozze

Sorbolo Mezzani

Strade dissestate, stanziato mezzo milione

21 marzo 2019, 06:00

Strade dissestate, stanziato mezzo milione

CRISTIAN CALESTANI

SORBOLO MEZZANI Ci sono 552mila euro di investimenti nel bilancio di previsione approvato dal comune di Sorbolo Mezzani, attualmente gestito dal commissario prefettizio Sergio Pomponio a seguito dalla fusione tra i due ex comuni di Sorbolo e Mezzani ed in attesa delle elezioni previste per maggio.

Elemento predominante, per un bilancio che ha richiesto molto lavoro agli uffici vista la necessità di unificare i bilanci dei due ex comuni e confrontarsi anche con il bilancio dell’Unione, è il perseguimento della sicurezza viabilistica ed il miglioramento del patrimonio comunale.

«Nel complesso – spiega il commissario Pomponio, affiancato da Domenico La Torre del Servizio economico finanziario – abbiamo destinato 295mila euro alla viabilità, in particolare per la sistemazione dello stradone di Frassinara e poi per compiere una serie di altri interventi su varie strade del territorio, sia di Sorbolo che di Mezzani, ancora da definire nel dettaglio. I 100mila euro di contributo per la sicurezza del patrimonio, previsti del Governo per i comuni e da spendere entro maggio, saranno utilizzati per l’installazione dei guardrail in via Puia a Coenzo (70mila) ed in via Cantarana (30mila) a Mezzani. Inoltre è imminente l’inizio dei lavori anche in via Mina a Sorbolo. Si tratta di un intervento da 226mila euro, che era già stato previsto nel bilancio 2018 dell’Unione nell’ambito di un investimento complessivo per gli asfalti da 350mila che prevedeva lavori anche a Mezzani, e per il quale in questi giorni abbiamo incontrato i residenti in modo da programmare al meglio i lavori e ridurre al minimo i disagi viabilistici».

Asfalti, ma non solo. Alla voce investimenti sono stati previsti anche 165mila euro per la sistemazione e messa a norma del centro civico di via Gruppini a Sorbolo con acquisto di arredi, rifacimento dell’impianto elettrico e dei servizi igienici. A Mezzani, invece, sono stati destinati 25mila euro per la messa in sicurezza dell’edificio dell’ex cinema, di proprietà comunale. Completano la voce investimenti 17mila euro di contributi alle parrocchie del territorio e 50mila euro destinati all’acquisto di automezzi, nello specifico un fuoristrada ed un mezzo per la Protezione civile da utilizzare in varie situazioni, anche in caso di emergenza.

«L’impostazione di base del bilancio – commenta il commissario – è stata per forza di cose molto tecnica con l’intento di perseguire la continuità tra gli ex enti, l’attuale Comune e l’Unione consentendo alla macchina comunale di operare senza intoppi. Non si sono previste variazioni delle aliquote e, tra le voci di bilancio, si iniziano a vedere le prime entrate relative ai contributi per la fusione con l’arrivo di 116mila, già ora certi, dalla Regione e di 125mila euro dallo Stato con quest’ultima cifra che è stata inserita in maniera presuntiva in minima parte visto che la quantificazione puntuale del contributo, che sarà certamente maggiore, sarà definita a giugno dal ministero. Dall’accorpamento dei precedenti bilanci in uno solo emergono poi le economie di scala dovute ad una migliore organizzazione dei servizi con i risparmi che sono stati utilizzati per spesa sociale, istruzione ed attività culturali».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal